Way to the Woods, il videogame ispirato al giapponese Studio Ghibli

DesignobjectsTech

Way to the Woods

Way to the Woods è il titolo di un videogame che in molti non faticano a considerare un’opera d’arte.

Gran parte della sua bellezza e del suo impatto grafico è dovuto all’ispirazione a cui si affida il giovanissimo creatore – Anthony Tan, programmatore di soli 19 anni – ovvero i film del giapponese Studio Ghibli.

Ogni schermata di gioco è un illustrazione piacevole da guardare e unica nel suo genere. Ancora una volta, come ormai accade sempre più spesso, i videogame trascendono la loro principale natura di “passatempo” e valicano altri confini. In questo caso quello dell’arte.

Così su due piedi, o meglio, seduto ad una scrivania, mi vengono in mente altri due titoli simili in quanto a bellezza espressiva: Monument Valley, famosissimo gioco per smartphone vincitore di molti premi, e Florence, piccola perla che ho recentemente scoperto a cui ogni tanto dedico del tempo. Per maggiori informazioni sul programmatore e su Way to the Woods visita il sito ufficiale, oppure guarda il trailer.

Foto Copyright: Way to the Woods

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Studio Ghibli.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
Le migliori app per urbanisti e pianificatori

Le migliori app per urbanisti e pianificatori

Opere d'arte visuali. I più bei videogame da ammirare per smartphone

Opere d’arte visuali. I più bei videogame da ammirare per smartphone

Il gioco di John Wick

Il gioco di John Wick

Mirages and Miracles, la mostra che prende vita grazie alla realtà aumentata

Mirages and Miracles, la mostra che prende vita grazie alla realtà aumentata

Il futuro del gaming secondo Google

Il futuro del gaming secondo Google

Storia completa della stampa 3D: dal 1982 a oggi

Storia completa della stampa 3D: dal 1982 a oggi

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati