Masochismo, egoismo e anestetici. I sogni di Arsenyco

ArtobjectsPhotography

Io penso che scandalizzare sia un diritto, essere scandalizzati un piacere, e chi rifiuta di essere scandalizzato sia un moralista.

Pier Paolo Pasolini

È impossibile dimenticare gli aforismi di Pier Paolo Pasolini, il cui spirito anticonformista e ribelle ha fatto sì che queste parole potessero riecheggiare solenni ancora oggi. Parole che incitano alla libertà, all’indagine, alla sovversione dei valori tradizionali, a vincere i tabù imposti dalla società e dalle antiche credenze, inneggiando a una libertà d’espressione che permetta la piena realizzazione del sé.

A farsi portavoce di questa dottrina volta al cambiamento dei comuni e stereotipati ideali del perbenismo, si pone il fotografo Luca Cacciapuoti, in arte Arsenyco.

Attraverso una visione romantica, malinconica e al contempo trasgressiva, Luca fa dell’arte del provocare il suo mantra vitale. Provocare lo spettatore, provocare le menti, provocare emozioni.

Vi svelo un segreto: a me non interessano i percorsi, non mi interessa nulla, l’importante è che tu trovi te stesso. Se riesci a trovare te stesso e ti realizzi, finalmente nasce un uomo. […] Il mio intento è provare ad esprimermi, comunicare, aprire riflessioni, stati d’animo. Suscitare tenerezza, odio, schifo, compassione, spensieratezza, disapprovazione, voglia e paura.

Arsenyco

In un perfetto connubio tra fotografia, pittura e scrittura, Luca emerge non solo per l’innegabile talento artistico, ma soprattutto per la sua perturbante personalità, a cui cerca strenuamente di dare espressione attraverso i suoi scatti. “Come dico spesso, sono fotografo perché so fotografare certe cose, ma se avessi saputo dipingerle, ora sarei stato pittore.”  Di qui l’evidente bisogno che le sue opere d’arte siano in primo luogo comunicative, ancor prima che belle.

Come in un dramma teatrale, ogni volto, dettaglio o oggetto presente nelle fotografie di Luca mette in scena una storia: tra amore, dolore e perdizione, i personaggi sembrano addentrarsi in unviaggio metaforico e universale nella psiche, in una fuga dalla realtà verso l’ideale, nella spietata e amara coscienza di non potervi mai accedere.

Lo afferma lo stesso Arsenyco, che da sempre indaga gli aspetti della comunicazione umana, nel disperato intento di comprendere le emozioni e i sentimenti più reconditi dell’uomo, tanto oscuri quanto strabilianti.

In un mondo in cui vorremmo tutti essere compresi e accettati, Luca Cacciapuoti inneggia a una spietata libertà personale purché rispecchi l’essenza più pura del sé – facendo uso di metafore visive nella speranza di incitare riflessioni e pensieri critici – pensieri ch’egli stesso, a volte, ha bisogno di affrontare.

Allo spettatore non resta altro che fare parte di questo viaggio introspettivo fino alla chiusura dei sipari.

Da persona che ama l’adrenalina di radere al suolo e l’entusiasmo poi di ricostruire, mi auguro di trovare presto un terreno solido perché lì dove c’era una capanna, voglio costruirci una casa, un palazzo, un castello.

Arsenyco

Foto Copyright: Arsenyco – arsenyco.it@arsenyco

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Sensuality, Wild, Arsenyco.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
La casa come teatro di creatività, la staged photography di Arunà Canevascini

La casa come teatro di creatività, la staged photography di Arunà Canevascini

Quello che le donne non dicono. Tra mente e corpo con Lin Yung Cheng

Quello che le donne non dicono. Tra mente e corpo con Lin Yung Cheng

I flussi dei ghiacci di Jan Erik Waider

I flussi dei ghiacci di Jan Erik Waider

L'arte della provocazione, le fotografie di Kostis Fokas

L’arte della provocazione, le fotografie di Kostis Fokas

Corpo umano e natura, “Hierophanies” di Bear Kirkpatrick

Corpo umano e natura, “Hierophanies” di Bear Kirkpatrick

Future is Female. Le donne della nuova generazione ritratte da Laura Lobos

Future is Female. Le donne della nuova generazione ritratte da Laura Lobos

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati