Sant’Ambroeus is back! Lo storico locale riapre le porte rinnovato nell’interior design

DesignobjectsInterior

A Milano riapre le porte lo storico locale meneghino che, dal 1936, rappresenta un punto di riferimento per gli abitanti della città, e non solo.

Il progetto di re-styling è stato curato da Fabrizio Casiraghi e dal suo studio, che attraverso una meticolosa cura del dettaglio e una ricerca stilistica unica, mette in luce le peculiarità, storiche, del locale.

L’obiettivo infatti non era quello di restaurare completamente il Sant’Ambroeus ma di illuminarlo e di farlo risplendere nuovamente attraverso l’utilizzo di materiali preziosi e di colori eleganti.

Richiamando le atmosfere tipiche della New York anni Novanta, è proprio l’eleganza il concetto chiave attorno a cui ruota l’intervento: pietra, legno e mosaico, velluti e verdi intensi, dettagli storici e organici, come gli angoli curvilinei e come i portali in marmo verde, che diciamolo ricordano tanto il vicino di casa, Portaluppi.

Le sfumature cangianti del verde entrano in comunione con l’atmosfera quasi austera ma allo stesso tempo calda e sofisticata dei legno e di marmi chiari, che sottolineano l’unicità di questo luogo.

Sembra quasi uno specchio della città: austera, all’apparenza rigida, ma immensamente piena di sorprese e sfumature sotto la superficie.

Maria Canella nel suo libro lo descrive come il luogo dove “trovare la segreta bellezza di Milano, così diversa dalla grande bellezza di Roma, una bellezza che non è rivelata nella sontuosità del paesaggio o nello splendore degli edifici, ma è custodita nell’eleganza inconfondibile e nel fascino sottile delle signore milanesi”.

Questo spazio, così oltre ad essere diventato un punto di riferimento, è anche stato generatore di nuovi impulsi stilistici e culinari che hanno portato il brand oltre oceano, a Manhattan e a Palm Beach, esportando il gusto e la tradizione della cucina Italiana nel mondo.

L’obiettivo di questa ri-apertura è quello, non solo di omaggiare lo storico locale con una nuova veste, in linea con le tendenze stilistiche della Milano contemporanea, ma di proporre un nuovo format che vede il Sant’Ambroeus, parte del SA Hospitality Group, aperto dalle prima colazione alla cena, dalla pasticceria al salato, dalla brioche all’hamburger e dal caffè in tazza all’insostituibile panettone.

Che le porte del “salotto” si ri-aprano

Foto Copyright: Sant’Ambroeus – santambroeus.com@santambroeus

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Milano, Food, Sant’Ambroeus.
Articolo di Francesca Longoni

Francesca Longoni

Giovane architetto d'interni. Attenta al mondo che mi circonda, in cerca di bellezza

Scopri altri post
L’Orient Express diventa un boutique hotel itinerante

L’Orient Express diventa un boutique hotel itinerante

La boutique di Avart a Lugano progettata con grazia da Studiopepe

La boutique di Avart a Lugano progettata con grazia da Studiopepe

Hoxton Poblenou Hotel a Barcellona. Un Hotel, tanti luoghi

Hoxton Poblenou Hotel a Barcellona. Un Hotel, tanti luoghi

La Minervetta, il boutique hotel incastonato fra le rocce della Costiera Amalfitana

La Minervetta, il boutique hotel incastonato fra le rocce della Costiera Amalfitana

L'appartmento rosa nel centro di Madrid

L’appartmento rosa nel centro di Madrid

L’Hotel Les Roches Rouges, l’hotel incastonato fra il mare e la terra

L’Hotel Les Roches Rouges, l’hotel incastonato fra il mare e la terra

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati