La seconda parte del decadimento della cultura pop immaginato da Filip Hodas

ArtobjectsDigital

Il proseguo della serie Pop Culture Dystopia del digital artist Filip Hodas, di cui avevamo parlato precedentemente in questo articolo, che mai come in questo periodo di emergenza sanitaria del 2020, forse, vediamo con occhi diversi.

Un mondo in declino cui la natura ha preso il sopravvento sulla cultura iconica di massa, lasciandoci solo il glorioso ricordo dei tempi che furono.

Credo che la natura troverà sempre un modo per sopravvivere …

Filip Hodas per plastikmagazine.com

Foto Copyright: Filip Hodas – behance.net@hoodas

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Filip Hodas.
Articolo di Andrea Ebbi

Andrea Ebbi

Artista, designer e fondatore di Objects. Il futuro è tutto da scrivere

Correlati
Il decadimento della cultura pop immaginato da Filip Hodas

Il decadimento della cultura pop immaginato da Filip Hodas

I fossili dei cartoni animati immaginati da Filip Hodas

I fossili dei cartoni animati immaginati da Filip Hodas

I dipinti ambientali e post apocalittici Josh Keyes

I dipinti ambientali e post apocalittici Josh Keyes

Scopri altri post
Gli autoritratti surreali di Alexandra Chertulova

Gli autoritratti surreali di Alexandra Chertulova

Le creature giganti di Pavel Protsenko

Le creature giganti di Pavel Protsenko

Realtà immaginarie interconnesse di Ted Chin

Realtà immaginarie interconnesse di Ted Chin

Mistero, sogno e illusione. Il mondo trascendente di Jaieart

Mistero, sogno e illusione. Il mondo trascendente di Jaieart

I paesaggi digitali di Hubert Blanz

I paesaggi digitali di Hubert Blanz

Tra profanità e surrealismo. Il mondo onirico di Slime Sunday

Tra profanità e surrealismo. Il mondo onirico di Slime Sunday

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati