I paesaggi metropolitani di Michael Wallner

L’architettura delle aree urbane, la manipolazione fotografica e la stampa fine art su superfici eterogenee, sono l’oggetto della ricerca artistica di Michael Wallner, specializzato nella riproduzione d’immagini su piani di alluminio e su legno. Wallner celebra la bellezza della “città” attraverso le forme e i contorni che ne definiscono i punti di riferimento e i tratti distintivi.

Dopo aver trascorso più di vent’anni nell’industria dei media, lavorando a programmi d’intrattenimento, talk show, documentari, a un romanzo per bambini, e a “Warren Utd”, un’animazione per ITV, negli ultimi tempi Michael fa l’artista a tempo pieno, dedito alla sua più grande vocazione, la fotografia, realizza lavori di grande originalità, visioni insolite di alcune delle più affascinanti metropoli del mondo.

Con uno stile immediato e riconoscibile, Wallner racconta le città, manifestazione massima dell’avanzare dell’azione dell’uomo sul territorio. Londra, New York, Los Angeles, Hong Kong, sono scrutate dall’alto e descritte nelle loro trame, attraverso gli spazi architettonici e le linee che, da un punto di vista estetico, ne circoscrivono lo skyline, e rappresentano simbolicamente le loro peculiarità sociali, economiche e culturali.

Michael esplora una tipologia specifica del ritratto di città: la veduta “a volo d’uccello”, le sue immagini, colgono l’attimo, fermano momenti di vita cittadina, evocano la complessità della realtà urbana attraverso il profilo ben delineato del panorama disegnato dagli edifici, e con l’uso di colori accesi e compatti in campiture piane, che conferisce risalto ai bordi.

Nei Wimbledon Art Studios, dove lavora, a sud di Londra, il fotografo altera digitalmente le sue fotografie e, sempre alla ricerca di materiali nuovi con cui cimentarsi, produce litografie su supporti di alluminio, particolarmente duttile e dal risultato estetico di alto impatto, sottoposto a un particolare trattamento superficiale, detto di “spazzolatura”, ma anche legno rigenerato, acciaio e luci al neon.

I use photographic software which picks up the outlines and if it is a bit hazy the outlines are a very vague. So, that traces the outlines and then I have a massive Wacom graphics tablet the size of a big TV which I use to colour with a special pen straight onto the screen at 600% magnification, so I can colour in specific details like people on a bridge. Once coloured I send them off to industrial printers and they print it onto a sheet of brushed aluminium which has little ridges in it which absorbs the ink. This gives them this raised, etched appearance. The bold colours like my pinks and blues offset against the silver of the metal.

– Michael Wallner

Foto Copyright: Michael Wallner – michaelwallner.co.uk

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search