Tra storia e modernità. Il padiglione di Kazuyo Sejima in onore delle Olimpiadi di Tokyo 2021

ArtobjectsInstallations

Si può dire che Hama-rikyu sia un giardino che convive con l’acqua. Ho pensato di aggiungere acqua in quello scenario, per rappresentare la società moderna. Il flusso tortuoso sembra immobile se visto da lontano. Ma quando lo guardi da vicino, ti rendi conto che scorre piano. Quest’acqua che scorre lentamente rappresenta la connessione tra passato, presente e futuro. 

Kazuyo Sejima

Scorrendo soavemente per il giardino prescelto (gli Hama-rikyu Gardens), “Suimei” è un padiglione temporaneo realizzato dall’artista Kazuyo Sejima. Classe 1956, Kazuyo è tra gli 8 artisti invitati a realizzare un’opera commemorativa in onore dei giochi olimpici di Tokyo 2021.

Caratterizzato da un design semplice ma impattante, il nome del padiglione non è casuale: “Suimei” infatti è una parola giapponese che si riferisce al luccichio che brilla sulla superficie dell’acqua, descrivendo come la stessa risplenda meravigliosamente alla luce del sole e della luna.

Non per nulla, il padiglione di Sejima presenta una sottile installazione d’acqua che funge da specchio per il giardino, il cielo e l’ambiente circostante.

Minuziosa ed egregia nell’esecuzione e nella cura dell’opera, Kazuyo ha voluto fare molto di più e creare non solo un’opera imponente ed esteticamente bella e armoniosa, ma anche una che portasse con sè un significato più ampio, in un luogo in cui si potesse percepire la storia e la modernità al tempo stesso. 

I giardini Hama-Rikyu sono l’emblema massimo di questo concetto: creati dove in origine c’era una residenza feudale, si sviluppano attorno a un laghetto centrale, il cui livello d’acqua cambia a seconda delle maree. Infatti sono collegati al mare. Uno spettro di modernità che getta letteralmente le sue radici nella storia antica.

Sejima era convinta che questo giardino in stile tradizionale – in netto contrasto con i grattacieli del quartiere vicino di Shiodome – fosse “un luogo in cui è possibile accedere agli aspetti storici e moderni di Tokyo”. 

Decide così di creare un padiglione ispirato a un ruscello tortuoso per abbinare i vari corsi d’acqua che si trovano nei giardini Hama-rikyu. L’acqua poco profonda riempita all’interno dei corsi d’acqua creati diviene una superficie specchiante e luccica riflettendo il cielo e il paesaggio.

Con la speranza di immaginare un futuro luminoso dalla superficie dell’acqua in continua evoluzione, Kazuyo riesce ad esprimere tutta la spettacolarità che riflette la storia e la modernità di Tokyo.

Foto Copyright: architecturephoto.net

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Tokyo, Kazuyo Sejima.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
Le 7 sculture a forma di origami realizzate da Hacer a New York

Le 7 sculture a forma di origami realizzate da Hacer a New York

L'uomo nell'era digitale con gli occhi di Ben Cullen Williams

L’uomo nell’era digitale con gli occhi di Ben Cullen Williams

Gli umanoidi aggrovigliati di Miguel Horn a sostegno di un ponte a Filadelfia

Gli umanoidi aggrovigliati di Miguel Horn a sostegno di un ponte a Filadelfia

L'arte sociopolitica di Iván Argote

L’arte sociopolitica di Iván Argote

Le cinque maestose dee di Daniel Popper al Morton Arboretum nei pressi di Chigago

Le cinque maestose dee di Daniel Popper al Morton Arboretum nei pressi di Chigago

Non dimenticarti della bellezza del mondo. L’arte on air di David Hockney

Non dimenticarti della bellezza del mondo. L’arte on air di David Hockney

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati