Progetto99 di Niccolò Garbati, dove la pietra abbraccia l’innovazione tecnologia

DesignobjectsDesign

La bellezza della pietra abbraccia l’innovazione tecnologica nella città dei marmi più famosa al mondo, Carrara – e lo fa attraverso una realtà decennale specializzata sulla lavorazione di materiali nobili come Marmo, Pietre e Granito.

Progetto99 si fonda proprio su questo incontro. Un’azienda dalle visioni innovative, spinta dalla creatività artistica e progettuale del giovane CEO Founder e desinger, classe ’90, Niccolò Garbati.

Plasmiamo la materia marmorea come l’arte insegna.

-Niccolò Garbati

Niccolò Garbati

Niccolò Garbati, l’artigiano-designer attento alla tecnologia

Niccolò Garbati non è solo un designer, è un professionista del marmo che nonostante la sua giovane età ha maturato un’esperienza unica nel suo genere. Un saper fare tramandato da una passione familiare e affinata negli anni nella stupenda cornice delle Alpi Apuane del carrarese – che altro non potevano che ispirare.

Ma se le tradizioni e le passioni di una volta spesso rimangono, pur magnificamente, ancorate alle loro origini, Niccolò le sa invece coniugare con il presente e con il futuro.

Un artigiano sensibile all’evoluzione tecnologica, in una continua ricerca delle più moderne tecniche ed esigenze commerciali, che è stato notato e selezionato nella scorsa Design Week di Milano tra i 20 finalisti del Young & Design Aword 2018 (un prestigioso concorso patrocinato dall’ADI dedicato ai migliori designer under 35) con un prodotto originale, elegante e tecnologico allo stesso tempo. Il Marble Charger PAD.

Esprimere il marmo, è da sempre stata impresa non semplice. Il suo carattere di fondo variabile e mutevole di colori e linee, lo ha sempre reso affascinante ed intrigante, ma al contempo stesso ignoto ed incognito.

– Niccolò Garbati

Bellezza e funzionalità wireless, l’innovativo Marble Charger Pad

Un ricarica cellulare wireless realizzato completamente in marmo, il perfetto mix nato dall’incontro della tradizione artigianale con l’evoluzione tecnologica.

Un caricatore universale per smartphone di ultima generazione, con ricarica ad induzione. Disponibile in tre pietre nobili: Bianco Carrara, Grigio Bardiglio e Nero Marquina.

Caratterizzato da dimensioni contenute, il Wireless Charging PAD segue la filosofia e la concezione del recupero ed è interamente realizzato a mano attraverso accurate e precise tecniche artigianali. Scavato e ricavato da un massello di marmo.

Il Wireless Charging PAD è basato su una tecnologia che rende possibile l’applicazione ad ogni superficie di marmo e pietre – tra cui divani, tavoli, cucine, hotel e spazi pubblici.

Un brevetto quindi, per modello di utilità volto a tutelare tecnologia e materia naturale del settore lapideo, indipendentemente da forme, colore, tipologie, dimensioni. Immaginate un giorno di andare in un bar e poter appoggiare il vostro smartphone in un angolo del tavolo e vederlo ricaricarsi mentre voi vi godete il vostro aperitivo. Comodo. Utile. Bello.

wireless charger pad
progetto 99
progetto 99
progetto 99
wireless charger pad
wireless charger pad marmo
Niccolò Garbati

Foto Copyright | info: progetto99.com – progetto99/Fb – niccolo.garbati/Fb – @niccolo_garbati

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Progetto99, Niccolò Garbati.
Scopri altri post
Design davvero sostenibile, Gourds dello studio Crème

Design davvero sostenibile, Gourds dello studio Crème

Le ultime nate in casa Artemide

Le ultime nate in casa Artemide

Il rifugio mobile progettato in serie limitata da Studio Edwards

Il rifugio mobile progettato in serie limitata da Studio Edwards

Può una poltrona gonfiabile essere comoda? Storia di “Blow” del gruppo DDL

Può una poltrona gonfiabile essere comoda? Storia di “Blow” del gruppo DDL

La Bocca di GUFRAM. Breve storia di un’icona

La Bocca di GUFRAM. Breve storia di un’icona

I mobili ispirati alle ossa umane di Mán-Mán Studio

I mobili ispirati alle ossa umane di Mán-Mán Studio

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati