Le installazioni fotografiche di Chris Engman

ArtobjectsPhotography

L’artista di Seattle Chris Engman realizza opere immersive di straordinario impatto visivo, combinando fotografia e installazione in situ.

Nei lavori di Engman ampi paesaggi marini, deserti e foreste paiono essere contenuti nello spazio di una stanza: trompe l’oeil  tridimensionali, tra realtà ed effetti illusionistici, che permettono allo spettatore di entrare fisicamente nella fotografia, di usufruirne a 360°, fino a perdere cognizione di ciò che sembra vero ai propri occhi e ciò che non lo è.

Per l’opera “Refuge” (2016), ad esempio, l’immagine della scena silvestre è stata stampata su oltre 150 fogli di carta, ritagliata e fissata su pareti e oggetti all’interno di un sito architettonico.

Refuge

La stanza stessa è stata quindi fotografata e l’immagine risultante è stata stampata su un unico foglio di carta fotografica; un procedimento che da un lato esalta la materialità dell’oggetto-fotografia, dall’altro ne enfatizza l’aspetto fallace, la vanità.

We are used to looking through the surface of photographic prints at the illusion of space they create. In this case, the viewer is doing exactly that, and to a heightened degree, while simultaneously looking at an image of a thing that is doing something very different: the paper within the paper is asserting itself as an object on its own. This is an image that does something images do not usually do. It acknowledges, explicitly, that it is an image.

Chris Engman

Chris Engman è nato nel 1978 a Seattle, WA. Attualmente vive e lavora a Los Angeles. Engman ha conseguito il MFA presso la USC Roski School of Fine Arts nel 2013 e il BFA presso l’Università di Washington nel 2003. Le opere di Engman sono presenti in numerose collezioni permanenti, tra cui l’Orange County Museum of Art, Newport Beach, CA; il Museo delle Belle Arti di Houston, Houston, TX; il Museo d’Arte di Seattle, Seattle, WA; il Museo d’arte di Portland, Portland, OR; La Henry Art Gallery, Seattle, WA; la Collezione Sir Elton John, Atlanta, Georgia; la Collezione Microsoft, Seattle, WA; la Cleveland Clinic Collection, la Google Cloud Collection.

Foto Copyright: Chris Engman – chrisengman.com

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Chris Engman.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
I panorami ultraterreni del West America fotografati da Tobias Hägg

I panorami ultraterreni del West America fotografati da Tobias Hägg

Corpo e ritratto fotografico. Le visioni in bianco e nero di Nathalie Bagarry

Corpo e ritratto fotografico. Le visioni in bianco e nero di Nathalie Bagarry

“Self”, gli autoritratti introspettivi di Julie Kainabisa

“Self”, gli autoritratti introspettivi di Julie Kainabisa

Spettacolari paesaggi dell'Alaska, Ian Merculieff

Spettacolari paesaggi dell’Alaska, Ian Merculieff

Gli edicolanti del mondo fotografati da Trevor Traynor

Gli edicolanti del mondo fotografati da Trevor Traynor

Il corpo nella fotografia di Patricia Voulgaris

Il corpo nella fotografia di Patricia Voulgaris

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati