Le geometrie impossibili di István Orosz

ArtobjectsIllustration

Artista dallo stile inconfondibile, eclettico e prolifico, virtuoso dell’incisione, noto a livello internazionale anche come illustratore, pittore, scenografo e regista di film d’animazione, István Orosz è uno dei massimi esponenti dell’arte ungherese contemporanea.

Ispirato dalle opere del maestro olandese Maurits Cornelis Escher, animato da un’inestinguibile carica inventiva, Orosz deve gran parte della sua fama a una produzione incisoria caratterizzata da immagini ambigue e dense di simboli, illusioni ottiche, costruzioni impossibili, distorsioni geometriche e anamorfosi.

Orosz è un disegnatore – poeta, abile cantore del fantastico, di una dimensione immaginativa che sfida i confini del tempo e dello spazio, per approdare a una fiabesca e balzana surrealtà.

L’artista magiaro valica i limiti fisici del supporto e forza le regole della prospettiva, per creare – attraverso l’uso di tecniche tradizionali quali la linoleografia, l’incisione all’acquaforte e l’heliogravure (fotocalcografia al bitume) – composizioni di matrice matematico – geometrica, dagli effetti paradossali: geometrie allucinate e tassellature astratte, scene spaesanti e irrazionali, governate da intricatissimi ircocervi visivi e sofisticati corto – circuiti semantici.

Di particolare interesse, la sua rivisitazione in chiave moderna dell’anamorfosi, tecnica di rappresentazione pittorica, molto in voga nei sec. 16° e 17°, realizzata secondo una deformazione prospettica che ne permette la giusta visione da un unico punto di vista o attraverso uno specchio ricurvo (risultando invece alterata e incomprensibile se esaminata da altre posizioni).

István Orosz è nato a Kecskemét, in Ungheria, nel 1951. Ha studiato Graphic Design presso l’Università Moholy-Nagy, dove ha conseguito la laurea nel 1975, per poi dedicarsi allo studio delle tecniche di animazione video presso i Pannónia Film Studio di Budapest.

Professore all’University of West Hungary, co-fondatore della Hungarian Poster Designer Society, è membro, dal 2003, dell’Alliance Graphique Internationale e dell’Hungarian Art Academies. Insignito di prestigiosi premi e riconoscimenti, Orosz ha esposto le sue opere in Europa, Stati Uniti d’America e Australia.

Foro Copyright: István Orosz

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Surrealism, István Orosz.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
I disegni a linea di Frédéric Forest

I disegni a linea di Frédéric Forest

I disegni a grafite di Ethan Murrow

I disegni a grafite di Ethan Murrow

Le illustrazioni poetiche e surreali di Andrea Wan

Le illustrazioni poetiche e surreali di Andrea Wan

Jean Jullien, l’illustratore della vita moderna

Jean Jullien, l’illustratore della vita moderna

Le illustrazioni oniriche di Harriet Lee-Merrion

Le illustrazioni oniriche di Harriet Lee-Merrion

Le stravaganti illustrazioni di Valeriia Potaichuk

Le stravaganti illustrazioni di Valeriia Potaichuk

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati