La vita di Marina Abramović nelle illustrazioni di Giulia Rosa

Armonica, simmetrica, barocca, neoclassica, pura, brillante, luccicante, in scarpe con i tacchi alti, erotica, sconvolgente, nasona, culona, et voilà Abramović.

– Giulia Rosa

La regina della performance art raccontata in una biografia illustrata dall’abilissima Giulia Rosa, per la collana Per aspera ad astra di Hop edizioni, una serie di picture books dedicata alle vite di donne illustri dell’arte, della letteratura, del cinema, della musica, dalla Callas, ad Audrey Hepburn, da Frida Kahlo a Jane Austen.

La amano, la odiano, ma di certo tutti ne parlano. Marina Abramović è la più grande e rivoluzionaria performance artist del mondo, dedita, mente corpo e cuore, al suo lavoro, al pubblico, cui ha consacrato, come a un dio profano – e forse a volta sacrificato – tutta una vita.

Nel libro di Giulia Rosa c’è tutto, c’è Marina.

L’infanzia difficile sotto il regime di Tito nella Jugoslavia postbellica, l’educazione ricevuta in un ambiente familiare problematico, spesso infelice, e secondo una ferrea etica del lavoro, il rapporto contrastato con la madre, cui è stata per molto tempo soggiogata, la sua insaziabile curiosità e tenacia, gli albori della carriera artistica, la pittura, le prime performance, il “gruppo 70” e il matrimonio con Neša. E poi Ulay, l’Amore, l’altra metà della mela, amante, compagno di vita e di lavoro. E ancora, la pratica della meditazione, i viaggi alla scoperta di culture diverse, la conoscenza liquida, le esperienze sovrannaturali, le esibizioni in tutto il mondo: “Rhytme 0”, “The lovers”, l’emozionante incontro con Ulay sulla Muraglia Cinese, che segna la fine del loro rapporto, “The artist is present”, la performance al MoMa di New York che ha consentito a migliaia di visitatori di sedere di fronte all’artista, e di fissarla negli occhi per sperimentare in maniera diretta il suo magnetismo e la sua empatia, imprese e prove di forza sempre più spinte, più scioccanti, oltre i limiti e oltre la paura, oltra la sofferenza fisica e mentale.

Giulia Rosa, illustratrice e motion designer di grande talento, laureata in Graphic Design e con una specializzazione in Cinema, attraverso un linguaggio figurativo unico, personalissimo, surrealista e poetico, interpreta l’intensità e il carisma di una donna che ha fatto la storia nell’arte contemporanea, un’esistenza intera narrata per immagini, disegni realizzati esclusivamente in digitale su iPad, manipolati con programmi di elaborazione grafica.

Una biografia illustrata in cui testo narrativo e disegno si integrano alla perfezione, grandi tavole a piena pagina ci mostrano i momenti più significativi del percorso personale e artistico – inevitabilmente intrecciati in una relazione sacrale – di Marina, e il contenuto scritto, scandito in blocchi tematici, introdotto da un breve titolo, accompagna e conferisce valore ulteriore all’immagine.

Foto Copyright: Koketit – @giuliajrosa

Shop: hopedizioni.com

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search