Il mondo extraterrestre di Cameron Burns

ArtobjectsDigital

Captvart su instagram, Cameron Burns nella vita reale. Con un passato nella musica, e una lista di collaborazioni discografiche di importanza rilevante (Juice WRLD, MGK, Neon Trees, Run The Jewels e molti altri), non è una sorpresa notare come questo giovane artista abbia saputo shiftare da un’arte all’altra, avvalorando senza dubbio la tesi che “artisti si nasce e non si diventa”.

Quando la creatività non ha limiti, essa necessita di insidiarsi, farsi strada, emergere, e come un fiume tumultuoso sfociare in più canali. Cameron Burns ne è un’evidente dimostrazione: la musica è stata senza dubbio il primo mezzo di comunicazione ed espressione artistica.

I started with photography in high school. I went to college to study art and ended up dropping out after one semester because it was pretty lame. After that, I was a touring musician for a couple of years but just got burnt out. I kept touring, but with other bands and as a photographer.

Cameron Burns

A seguire, quasi un po’ per gioco, sotto il suggerimento dei suoi amici, viene invitato a realizzare dei NFTs (acronimo di Non-Fungible Token). Un NTF è prodotto a partire da un oggetto digitale – un’immagine, un video, una gif, un brano musicale e via dicendo – successivamente memorizzato dall’autore stesso o da terzi in una blockchain.

Questo gli consente di avvicinarsi irrimediabilmente all’arte digitale e portarlo all’attuale condizione di freelance 3D artist. Tuttora il giovane artista di Minneapolis conquista a suon di strabilianti opere digitali il suo pubblico, che conta ben 82,7k followers su instagram.

Le sue immagini sono extra sotto ogni punto di vista: extra-vaganti, extra-terrestri, extra-ordinary. Immergendoci nella sua realtà, veniamo a contatto con mondi altri, astronauti, alieni e fantasmi. Il tutto condito da atmosfere surreali, inquietanti e assolutamente oniriche.

Nell’intento di creare qualcosa che possa sorprendere lo spettatore, ci troviamo di fronte a opere sì, fantastiche, ma al contempo intimamente reali ed emozionali. Non è infatti una sorpresa scoprire che l’arte fotografica di Cameron è al contempo surreale – per le ambientazioni e i personaggi – e realistica, nel momento in cui percepiamo il racconto di una storia o di un’emozione.

La maggior parte dei lavori di Cameron, infatti, si basano sulla sfera emotiva e sul mood dell’artista nel momento stesso della sua creazione.

Foto Copyright: Cameron Burns – captvart.com@captvart

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Cameron Burns.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
Tra sacro e profano, le Madonne contemporanee di Andre Sanchez

Tra sacro e profano, le Madonne contemporanee di Andre Sanchez

I collage in stile dark di Welder Wings

I collage in stile dark di Welder Wings

Arte e tecnologia, i ritratti digitali di Dimitris Ladopoulos

Arte e tecnologia, i ritratti digitali di Dimitris Ladopoulos

La vita segreta di Batman. The daily Bat di Sebastian Magnani

La vita segreta di Batman. The daily Bat di Sebastian Magnani

L'architettura collage sospesa di Matthias Jung

L’architettura collage sospesa di Matthias Jung

Il surrealismo macabro nei foto-collages di Nadia Sarwar

Il surrealismo macabro nei foto-collages di Nadia Sarwar

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati