I ritratti golosi di Enora Lalet

enora-lalet-cop

Un banchetto prelibato di cappelli ricoperti di foglie di carciofo e bucce di banana, maschere di julienne di carote intrecciate, parrucche con pon pon di gusci d’uovo ed esuberanti frutti esotici, fard di farina e tapioca, rossetto di mousse pasticcera e scaglie di cioccolato.

No, non sono le stravaganti creazioni di uno chef della nouvelle cuisine, ma le fotografie “Cooking Faces” della visual artist francese Enora Lalet, ritratti che rapiscono occhi e gola, caleidoscopici puzzle etnoculturali, in cui il cibo è protagonista assoluto, copricapo, costume, make-up, pennello con cui Enora dipinge i suoi squisiti quadri gastronomici.

enora-lalet-2

Le sue opere in technicolor, sono ironiche, irriverenti, eclettiche, a metà strada tra scultura, fotografia, body painting, performance e indagine antropologica, immagini tribali dall’apparenza surreale, prodotto di una ricerca attenta sul valore etico ed estetico del cibo, sulle tradizioni culinarie dei popoli, sul rapporto tra cucina, arte e socialità.

La fotografa, originaria di Bordeaux, ha realizzato in giro per il mondo oltre ottanta fotografie, tra Oriente e Occidente, dalla Tailandia alla Colombia, passando per l’India, la Cambogia, la Spagna, la Francia, l’Indonesia e gli Stati Uniti.

Nelle sue iridescenti composizioni, ogni elemento costituisce un richiamo alla cultura e alle tradizioni del luogo, i modelli autoctoni, i colori, il design delle sculture alimentari, una deliziosa messa in scena in cui le vivande sembrano animarsi, e suggerirci sapori e profumi di terre lontane.

Foto Copyright: enoralalet

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search