Gli autoritratti surreali di Yutha Yamanaka

ArtobjectsPhotography

Designer e fotografo nato a Tokyo, in Giappone, Yutha Yamanaka gravita tra realtà e immaginazione in una serie di autoritratti lunga 365 giorni.

Alienazione e solitudine, connessione con la natura sono gli elementi concettuali distintivi delle sue fotografie di matrice surreale. Si tratta di racconti illusionistici, non di rado dall’aspetto perturbante, in cui l’artista rappresenta il proprio corpo in situazioni innaturali, al limite dell’assurdo, da cui emana una tensione latente, una sensazione di pericolo.

La scelta delle ambientazioni e degli oggetti di scena, la gestione dei colori, i giochi di prospettiva e la luminosità caliginosa, danno luogo a visioni di forte impatto estetico ed emozionale che piegano la logica e sfidano le percezioni dello spettatore.

Yutha Yamanaka attualmente vive e lavora a Denpasar, Bali.

Foto Copyright: Yutha Yamanaka – flickr.com@yuthayamanaka

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Portraits, Yutha Yamanaka.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
I panorami ultraterreni del West America fotografati da Tobias Hägg

I panorami ultraterreni del West America fotografati da Tobias Hägg

Corpo e ritratto fotografico. Le visioni in bianco e nero di Nathalie Bagarry

Corpo e ritratto fotografico. Le visioni in bianco e nero di Nathalie Bagarry

“Self”, gli autoritratti introspettivi di Julie Kainabisa

“Self”, gli autoritratti introspettivi di Julie Kainabisa

Spettacolari paesaggi dell'Alaska, Ian Merculieff

Spettacolari paesaggi dell’Alaska, Ian Merculieff

Gli edicolanti del mondo fotografati da Trevor Traynor

Gli edicolanti del mondo fotografati da Trevor Traynor

Il corpo nella fotografia di Patricia Voulgaris

Il corpo nella fotografia di Patricia Voulgaris

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati