Gli autoritratti domestici di Iiu Susiraja

ArtobjectsPhotography

Fotografa finlandese di singolare estro talento, Iiu Susiraja utilizza il proprio corpo come strumento creativo per realizzare autoritratti fotografici ironici e sarcastici, ricchi di senso. 

Sovvertendo canoni e pregiudizi legati alla femminilità e alla bellezza, ridefinendo le idee di normalità e di intimità, la Susiraja si mostra con verità e naturalezza all’occhio della fotocamera. 

Nei set costruiti con minuzia nella casa dei suoi genitori, l’artista posa con il volto impassibile, eppure in grado di trasmettere dense emozioni; le curve morbide sono incorniciate, con una vena di provocante umorismo, da utensili d’uso quotidiano e vivande – collant, ombrelli, scarpe col tacco, forbici, mattarelli, pizzi, cuscini, salsicce, torte, pesce crudo o panna montata – decontestualizzati e usati come oggetti d’allestimento delle sue stravaganti messe in scene.

It’s funny that people think that my purpose is to criticize beauty ideals or social issues, I have no such intentions. These things come afterwards. My starting point is purely the object [props including pantyhose, high heels, cushions, whipped cream] and how it relates to me. I also think about what would be an interesting object.

Iiu Susiraja

Nata a Turku, in Finlandia, nel 1975, Iiu Susiraja ha conseguito una laurea in Belle Arti e Fotografia. Il suo lavoro è presente nelle collezioni permanenti di diverse istituzioni finlandesi e internazionali, tra cui il Museum of Contemporary Art Kiasma, l’Helsinki Art Museum, il Finnish Museum of Photography di Helsinki, il Göteborg Museum of Art di Göteborg, il Stavanger Art Museum di Stavanger, e la collezione Rubell a Miami. 

Foto Copyright: Iiu Susiraja – iiususiraja.com

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Portraits, Iiu Susiraja.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
La cultura afroamericana nella fotografia concettuale di Michael Amofah

La cultura afroamericana nella fotografia concettuale di Michael Amofah

Le case solitarie sugli appennini di Vincenzo Pagliuca

Le case solitarie sugli appennini di Vincenzo Pagliuca

Storia di un matrimonio, Dream Away di Michael N. Northrup

Storia di un matrimonio, Dream Away di Michael N. Northrup

Isolamento, leggerezza, perdizione. La bellezza della solitudine con Minh T.

Isolamento, leggerezza, perdizione. La bellezza della solitudine con Minh T.

Gli autoritratti deformati di Luciana Urtiga

Gli autoritratti deformati di Luciana Urtiga

New York negli anni '60 fotografata da Evelyn Hofer

New York negli anni ’60 fotografata da Evelyn Hofer

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati