Forme contemporanee contaminano chiese ortodosse abbandonate

ArtobjectsInstallations

Non opere digitali, ma vere e proprie strutture leggere che vanno a contaminare questi vecchie chiese ortodosse abbandonate nei territori della Russia.

Questo è l’intervento di Danila Tkachenko, visual artist con base a Mosca che ha lavorato sull’esistente con forme e paradigmi contemporanei. Un intervento quindi concreto che ragiona anche sugli spazi e sulle superfici, svincolandosi dalla “finzione” digitale.

Le strutture, tutte abbandonate nel 1917 in seguito alla rivoluzione russa, sono state adornate con sorprendenti elementi modernisti che, sebbene visivamente potenti, possono essere smontati dopo il completamento del progetto senza alcun effetto sui punti di riferimento.

Danila Tkachenko su Archdaily

Foto Copyright: Danila Tkachenko – danilatkachenko.com@d.tkachenko.studio

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Danila Tkachenko.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
"Forever is now", la Necropoli di Giza è scenario dell’arte contemporanea site-specif

“Forever is now”, la Necropoli di Giza è scenario dell’arte contemporanea site-specif

Il senso di vuoto e leggerezza nell’opera di Giovanni Pinosio

Il senso di vuoto e leggerezza nell’opera di Giovanni Pinosio

Le sei "reliquie future" di Daniel Arsham

Le sei “reliquie future” di Daniel Arsham

Château La Coste. Dove l’arte si profuma di vite

Château La Coste. Dove l’arte si profuma di vite

Il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola, dove la musica nasce dalla pietra

Il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola, dove la musica nasce dalla pietra

I mostri gonfiabili di Designs in Air

I mostri gonfiabili di Designs in Air

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati