Ecomostri italiani fotografati da Amélie Labourdette

Ecomostri italiani

Purtroppo ci risiamo, ancora una volta ci ricordano che sul nostro suolo nazionale, in questo caso nel sud del territorio , esistono alcuni ecomostri italiani innestati nel paesaggio come se fossero li da sempre. In questa serie di fotografie, vengono immortalati (speriamo solo in foto) dalla fotografa francese Amélie Labourdette.

“L’incompiuto è uno degli stili architettonici più importanti in Italia ed è la chiave per interpretare l’architettura del settore pubblico dalla seconda guerra mondiale in poi.” – Per Labourdette, questi edifici sono i sintomi di un malessere economico e politico.

Ecomostri italiani

Per il progetto, Amélie Labourdette ha trascorso un mese in viaggio attraverso la Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia con la sua assistente Nail Wilfried. Durante la sua permanenza – dove siamo più che certi che abbia fatto altrettante fotografie ammirando bellezze e meraviglie del Sud – ha documentato tutta una serie di cantieri abbandonati che chiunque ha viaggiato un minimo in questi luoghi non potrà che confermare di aver visto.

Strade e ponti costruiti in mezzo al nulla; parchi, acquedotti, piscine; stazioni ferroviarie, teatri, parcheggi, e persino uno stadio di polo.

Speriamo che prima o poi ognuno di questi ecomostri italiani venga rimosso dal paesaggio, così come è avvenuto per  l’edificio abbandonato a pochi passi dalla Scala dei Turchi (Sicilia). Nel frattempo non bisogna permettere mai e poi mai che questo si ripeta in qualsiasi altro luogo del nostro paese.

Ecomostri italiani7

Foto copyright: amelie-labourdette.com

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search