X-Metic Surgery, le sculture viventi di Marie Lou Desmeules

Marie Lou Desmeules, artista multidisciplinare nata in Quebec nel 1978, combina performance, scultura e fotografia per realizzare opere provocatorie e di acuto sarcasmo, sculture viventi imbellettate con travestimenti dall’aspetto quasi carnevalesco, a metà strada tra humor e horror, che vestono i panni di personaggi famosi e icone dei nostri giorni.

Da Pamela Anderson a Karl Lagerfeld, a leader mondiali come Barack Obama o Kim Jong, l’artista canadese, attraverso una mise en scène aniconica e grottesca, da lei stessa definita X-Metic Surgery, parodiando la chirurgia estetica, fa volutamente notare l’artificiosità dei suoi attori, e porta all’estremo i modi affettati e standardizzati con cui i personaggi interpretati impongono in pubblico il loro prestigio.

Quella della Desmeules è una ricerca artistica dissacrante tesa a svelare quello che si nasconde dietro alla profonda crisi d’identità del mondo contemporaneo, al dilagare di ruoli convenzionali e all’apparente lucida perfezione cui ci costringe la società, ossessionata dalla giovinezza e dal potere, da standard impossibili di bellezza e di status sociale, di cliché diffusi dai media, evidenziandone la decadenza nelle sembianze caricaturali e quasi tragicomiche delle sue “imitazioni”.

“Fake News”, “World Leaders”, “Calendar Girls” sono solo alcune delle serie di sculture umane di Marie Lou, opere che possiedono un irriverente carattere “shermanesque”, per dirla alla Jerry Saltz, e che sono il risultato finale di un complesso lavoro di stratificazione di materiali eterogenei, pittura acrilica, plastica, cartone, vestiti, parrucche, e una critica pungente all’immaginario visuale e all’omologazione generati dalla cultura mediatica.

Foto Copyright: Marie Lou Desmeules – marieloudesmeules.com

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search