Tra innocenza e sensualità. I ritratti emozionali di Anne Barlinckhoff

ArtobjectsPhotography

The moment of feeling so passionately about something that nothing else in the world seems to exist: this is the pursuit that absorbs me. I love photographing the people I love, the people I admire, the famous, and especially the infamous. I have a deep love for this planet and everything on it. Daily life is such a beautiful thing; inspiration is everywhere.

Anne Barlinckhoff

Corpi nudi che si amalgamano perfettamente, simmetrie che danno vita a simbiosi mistiche, bagliori, colori e tonalità saturate svelano un quadro idilliaco incastonato in lussureggianti paesaggi. Sembrerebbe essere proiettati nel quadro di Manet “Colazione sull’erba”, eppure così non è. Non siamo nel 1862, ma nella contemporaneità.

In un susseguirsi di leggiadria e sensualità, quelli di Anne Barlinckhoff sono ritratti intrisi di pura magia. Tuttavia, nulla nelle sue foto appare surreale o proveniente da qualche realtà extraterrestre. Eppure il modo dell’artista di catturare i volti e le figure delle sue opere ha qualcosa di soprannaturale nella sua mera semplicità.

Grazie allo spiccato gusto estetico e occhio per i dettagli, Anne ha la straordinaria capacità di riuscire a evocare emozioni solamente attraverso la pelle e le forme dei suoi soggetti. Semplicissimi corpi scultorei – spesso immersi nello splendore di una natura rigogliosa – si trasformano in vere e proprie storie e narrazioni di interiorità.

Il corpo in sé acquista – grazie a Anne – un potere incredibile e un’identità tutta sua, universalizzandosi in condivisione con altri corpi. Tra serenità, amore e intima voluttuosità, è curioso constatare come una figura nuda non susciti il benché minimo senso di imbarazzo, ma al contrario infonda un senso di fiducia e familiarità.

Anne dichiara di riuscire a trasmettere questo senso di pace grazie alla sua esperienza intuitiva della realtà: è grazie al suo passato, ai suoi sogni e al contatto fisico quotidiano con le persone che riesce a ‘dipingere’ visivamente – in maniera così vivida e naturale – il ritratto dell’estetica corporea e dell’intimità umana.

I am inspired by love, life and loss and all those moments in between. I work on intuition and I’m passionate about people and the relationships I create with them. With photography I can create my own paradise. Why? The answer would be one word: Escape. At least for the moment. Escape from a world of cruelty and violence. Free to drift into a colourful paradise. Into a dreaming state in which peace and beauty are synonymous with happiness.

Anne Barlinckhoff

Foto Copyright: Anne Barlinckhoff – annebarlinckhoff.com@annebarlinckhoff

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Africa, Sensuality, Portraits, Anne Barlinckhoff.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
Tra le strade di Miami con Maxime Ballesteros

Tra le strade di Miami con Maxime Ballesteros

Le fotografie di Maisie Cousins tra sensualità e disgusto

Le fotografie di Maisie Cousins tra sensualità e disgusto

Nudo e natura, la fotografia concettuale di Eva Milkonskaya

Nudo e natura, la fotografia concettuale di Eva Milkonskaya

I teenager israeliani nelle fotografie di Alon Shastel

I teenager israeliani nelle fotografie di Alon Shastel

La cultura afroamericana nella fotografia concettuale di Michael Amofah

La cultura afroamericana nella fotografia concettuale di Michael Amofah

Le case solitarie sugli appennini di Vincenzo Pagliuca

Le case solitarie sugli appennini di Vincenzo Pagliuca

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati