Timothy Archibald, uno scatto che irrompe in silenzio nell’autismo

timothy-archibald_autismo-1

L’autismo provoca compromissione dell’interazione sociale e deficit della comunicazione verbale e non verbale, con conseguente ristrettezza d’interessi e comportamenti ripetitivi.

I bambini affetti da disturbo dello spettro autistico spesso presentano comportamenti particolari che variano dalla stereotipia all’autolesionismo, passando per compulsione e resistenza alle modificazioni dei rituali attuati dai soggetti stessi.

Il soggetto autistico tende anche ad esplorare ed utilizzare gli oggetti in modi caratteristici e non convenzionali, accedendo ad un mondo che appartiene solo a sé e che raramente può essere invaso da esterni.

È per questo motivo che Timothy Archibald, fotografo di New York, decide di utilizzare la sua macchina fotografica per entrare nel misterioso mondo del figlio Elijah, affetto da autismo.

Un ingresso compiuto in punta di piedi, nel pieno rispetto del figlio, che vive chiuso nel suo mondo dettato da regole che solo lui conosce e che non possono essere infrante.

timothy-archibald_autismo-6

Nasce così il libro fotografico Echolilia, in cui vengono ritratte le abitudini uniche di Elijah, penetrando così a fondo in quella realtà estremamente speciale.

Non ho mai voluto pensare che mio figlio fosse una persona normale. Ma attraverso queste immagini vorrei che fosse consapevole che la diversità non è un male.

-Timothy Archibald

Foto Copyright: Timothy Archibald

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search