Timothy Archibald, uno scatto che irrompe in silenzio nell’autismo

ArtobjectsPhotography

L’autismo provoca compromissione dell’interazione sociale e deficit della comunicazione verbale e non verbale, con conseguente ristrettezza d’interessi e comportamenti ripetitivi.

I bambini affetti da disturbo dello spettro autistico spesso presentano comportamenti particolari che variano dalla stereotipia all’autolesionismo, passando per compulsione e resistenza alle modificazioni dei rituali attuati dai soggetti stessi.Il soggetto autistico tende anche ad esplorare ed utilizzare gli oggetti in modi caratteristici e non convenzionali, accedendo ad un mondo che appartiene solo a sé e che raramente può essere invaso da esterni.È per questo motivo che Timothy Archibald, fotografo di New York, decide di utilizzare la sua macchina fotografica per entrare nel misterioso mondo del figlio Elijah, affetto da autismo.

Un ingresso compiuto in punta di piedi, nel pieno rispetto del figlio, che vive chiuso nel suo mondo dettato da regole che solo lui conosce e che non possono essere infrante.

Nasce così il libro fotografico Echolilia, in cui vengono ritratte le abitudini uniche di Elijah, penetrando così a fondo in quella realtà estremamente speciale.

Non ho mai voluto pensare che mio figlio fosse una persona normale. Ma attraverso queste immagini vorrei che fosse consapevole che la diversità non è un male.

-Timothy Archibald

Foto Copyright: Timothy Archibald

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Articolo di Eleonora Agnelotti

Eleonora Agnelotti

Studentessa di Terapia della Neuro e Psicomotricità con il sogno di aiutare gli altri. Le mie passioni: viaggiare, conoscere e fotografare.

Scopri altri post
Il corpo come oggetto nella fotografia di Joanne Leah

Il corpo come oggetto nella fotografia di Joanne Leah

La fotografia come oggetto fisico, Little Romances di Jordanna Kalman

La fotografia come oggetto fisico, Little Romances di Jordanna Kalman

Mariell Amélie, autoritratti concettuali tra natura e surrealtà

Mariell Amélie, autoritratti concettuali tra natura e surrealtà

Soft Interface, i puzzle fotografici di Maria Antelman

Soft Interface, i puzzle fotografici di Maria Antelman

La solitaria bellezza delle Isole Faroe nelle fotografie di Lazar Gintchin

La solitaria bellezza delle Isole Faroe nelle fotografie di Lazar Gintchin

Catturare emozioni. La fotografia di Marta Syrko

Catturare emozioni. La fotografia di Marta Syrko

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati