Quello che succede sotto le onde, Mark Tipple

ArtobjectsPhotography

Sotto le onde

Non si vede niente sotto le onde, quando ci finiamo teniamo gli occhi chiusi e anche se li tenessimo aperti non vedremmo altro che bianco o il torbido della sabbia che come noi viene strattona qua e la dalla forza del mare.

Il progetto di Mark Tipple ci svela quello che succede veramente, complice una location tropicale che mantiene l’acqua di una limpidezza totale.

Il risultato è davvero affascinante. Personalmente rimarrei le ore ad osservare gli infiniti disegni che creano le onde.

Mark Tipple

Foto Copyright: Mark Tipple

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Mark Tipple.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
Surrealismo fotografico, le visioni noir di Kaveh Hosseini Steppenwolf

Surrealismo fotografico, le visioni noir di Kaveh Hosseini Steppenwolf

Sull'estetica intimista delle fotografie di Li Hui

Sull’estetica intimista delle fotografie di Li Hui

Cieli rosa e riflessi magici, gli scatti di Joel Thorpe

Cieli rosa e riflessi magici, gli scatti di Joel Thorpe

La città misteriosa che ricorda Stranger Things di Mark Broyer

La città misteriosa che ricorda Stranger Things di Mark Broyer

Swiss pass, i passi di montagna fotografati da Tom Hegen

Swiss pass, i passi di montagna fotografati da Tom Hegen

Color Therapy, il mondo a colori di Paolo Pettigiani

Color Therapy, il mondo a colori di Paolo Pettigiani

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati