Non dimenticarti della bellezza del mondo. L’arte on air di David Hockney

ArtobjectsInstallations

Che aspetto ha il mondo? Dobbiamo prenderci tempo per ammirare la sua bellezza.

David Hockney

È così che David Hockney commenta “Remember you cannot look at the sun or death for very long”, un video della durata di due minuti e mezzo realizzato con il suo iPad: in un mondo ancora intorpidito a seguito dei vari lockdown, l’artista apre uno spiraglio di luce sul destino dell’uomo, simboleggiando speranza e ispirando collaborazione e solidarietà tra le genti.


NEW YORK -TIMES SQUARE

LONDRA – PICCADILLY CIRCUS

David Hockney, nato nel 1937, è un pittore, incisore, fotografo e scenografo, considerato tra gli artisti britannici più influenti e versatili del XX secolo. Apportando un notevole contributo al movimento della pop art in Gran Bretagna, sia nella sua fondazione che nella sua crescita, Hockney comincia a spiccare sulla scena artistica a partire dalla sua partecipazione a “Young Contemporaries” nel 1960, mostra che segnò il fatidico punto di svolta per la sua carriera.

Emergendo anno dopo anno nel mondo dell’arte come uno tra i migliori avanguardisti e creativi, David riceve diversi e prestigiosi premi tra cui il Praemium Imperiale for Painting nel 1989 e il Lifetime of Artistic Excellence Award al Pratt Institute nel 2018.

Il suo lavoro può essere trovato in numerose collezioni in tutto il mondo, tra cui la National Gallery of Australia a Canberra, National Portrait Gallery e Tate Gallery di Londra, Museum of Modern Art e Metropolitan Museum of Art di New York, Centre Pompidou di Parigi, De Young Museum di San Francisco, Louisiana Museum of Modern Art di Humlebæk e Museum of Contemporary Art di Tokyo.


Al di là dell’enorme talento dimostrato dall’artista, al di là di premi, mostre e riconoscimenti, l’arma vincente di David è una sola: la profonda e intensa capacità di percepire il mondo in maniera differente, riuscendo – persino in tempi difficili come questi – a trovare uno spiraglio di luce e vedere la bellezza, nonostante tutto.

The world is very, very beautiful if you look at it. But most people don’t look very much. They scan the ground in front of them so they can walk, but they don’t really look at things incredibly well, with intensity. I do, and I’ve always known that.

David Hockney

Ed è con questo spirito ottimista e carico di speranza che David vuole guardare il mondo, incoraggiando le genti a fare lo stesso, perchè in fondo “Remember you cannot look at sun or death for very long”.

Questo è il suo mantra vitale, ma è anche il nome della sua recentissima opera di proiezione mondiale. “Remember you cannot look at sun or death for very long” appare sugli schermi di Times Square a New York a inizio maggio 2021 come parte del programma “Midnight Moment”, la mostra d’arte digitale più grande e più longeva al mondo. Assieme alla grande mela, la mostra viene proiettata – in base al fuso orario – anche sugli schermi led di Los Angeles, Londra, Tokyo e Seoul.

La collaborazione globale è stata commissionata e curata dal CIRCA con sede a Londra, una nuova piattaforma innovativa il cui intento è “portare l’arte per le strade” e renderla fruibile laddove ancora non possono riaprire musei e mostre.

Foto/Video Copyright: David Hockney – facebook.com/circa.art

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Covid, David Hockney.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
Bihar, scegliere il domani. L’inquietante opera sull’emergenza climatica di Ruben Orozco Loza

Bihar, scegliere il domani. L’inquietante opera sull’emergenza climatica di Ruben Orozco Loza

Le 7 sculture a forma di origami realizzate da Hacer a New York

Le 7 sculture a forma di origami realizzate da Hacer a New York

L'uomo nell'era digitale con gli occhi di Ben Cullen Williams

L’uomo nell’era digitale con gli occhi di Ben Cullen Williams

Gli umanoidi aggrovigliati di Miguel Horn a sostegno di un ponte a Filadelfia

Gli umanoidi aggrovigliati di Miguel Horn a sostegno di un ponte a Filadelfia

Tra storia e modernità. Il padiglione di Kazuyo Sejima in onore delle Olimpiadi di Tokyo 2021

Tra storia e modernità. Il padiglione di Kazuyo Sejima in onore delle Olimpiadi di Tokyo 2021

L'arte sociopolitica di Iván Argote

L’arte sociopolitica di Iván Argote

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati