Minimalismo: storia di un giapponese che baratta forchette per viaggi

Fumio Sasaki (2)

Fumio Sasaki, giapponese di Tokyo, un tempo collezionava cd, libri e dvd e la sua casa brulicava di oggetti e beni di prima, e non solo prima, necessità. Nel 2014, Sasaki ha deciso di cambiare radicalmente stile di vita, vendendo tutto quel che aveva di superfluo e utilizzando i propri soldi e il proprio tempo in maniera migliore: viaggiando.

Adesso il giapponese vive in una casa con un’unica stanza, circondato solo da beni di primissima necessità. Una forchetta, un coltello e un cucchiaio nel cassetto; tre magliette e quattro paia di pantaloni nell’armadio.

Sasaki si è reso conto che più cose possiedi, più senti la mancanza di ciò che ti manca, e la continua ricerca di quel che ancora puoi comprare è un inutile spreco di tempo e denaro.

Fumio Sasaki (4)

In Giappone, il minimalismo come stile di vita è professato dal tradizionale Buddismo Zen, e sempre più persone stanno facendo propria questa tendenza, basata sulla rivalutazione di ciò che significa ‘possedere’.

È una lotta silenziosa contro una società che ormai dà per scontati il consumismo, l’abbondanza e, di conseguenza, lo spreco.

Nel suo piccolo Sasaki ha vinto la lotta e usa il suo tempo per viaggiare, ma anche il suo concittadino Katsuya Toyoda corona la propria vittoria affermando: “Sono diventato un minimalista per far sì che emergessero le cose che veramente amo nella vita”.

Foto Copyright: Thomas Peter

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search