Mani di Bronzo che “stringono” alberi, Giuseppe Penone

ArtobjectsSculptures & Installations

Giuseppe Penone

L’artista italiano Giuseppe Penone, che già aveva fatto incontrare l’arte con la natura e con gli alberi, ha creato una serie di sculture in bronzo che rappresentano delle mani umane che afferrano e stringono i tronchi.

La tecnica utilizzata è quella di intervenire quando i tronchi sono ancora in crescita, così da restituire alla bellissima (seppur discutibile) opera d’arte, un effetto estremamente sorprendente e veritiero. Le mani affondano nella corteccia quasi a significare l’onnipotenza dell’uomo sulla natura.

Un invito per riflettere su quanto è impattante la mano dell’uomo negli ecosistemi. Senza dimenticare che può esserlo nelle due direzioni, nel male e nel bene.

Foto Copyright: laboiteverte.fr

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Giuseppe Penone, Sculptures.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
L'istallazione luminosa di Velvet nata dallo schizzo di un bambino

L’istallazione luminosa di Velvet nata dallo schizzo di un bambino

In memoria di Richard Serra. L’ossessione della scultura gigante

In memoria di Richard Serra. L’ossessione della scultura gigante

I decanter artistici di Charlie Matz

I decanter artistici di Charlie Matz

Le piante intrappolate di Ant Hamlyn

Le piante intrappolate di Ant Hamlyn

Le bamboline di porcellana tatuate di Jessica Harrison

Le bamboline di porcellana tatuate di Jessica Harrison

La Scala dell'amore in Cina è una vera e propria sfida.. d’amore!

La Scala dell’amore in Cina è una vera e propria sfida.. d’amore!

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati