Louis Vuitton porta alla luce le edicole abbandonate di Venezia

ArtobjectsInstallations

Nelle città odierne, travolte da ondate sempre fresche di novità e di nuovi impulsi, vanno sempre più scomparendo gli antichi cimeli del passato. Luoghi storici, o meglio non-luoghi, come le edicole e le piccole librerie stanno piano piano chiudendo. E allora, sulla scia di Parigi e Shangai anche la nostra magica Venezia decide di rendere omaggio a questi piccoli gioielli, portando alla luce sei edicole storiche della città.

Nei luoghi più emblematici della Serenissima il brand di moda Louis Vuitton restaura i piccoli chioschi verdi rendendo di nuovo omaggio all’arte della lettura e del viaggio.

Sì, perché non solo LV rispolvera le storiche edicole, ma fra periodici e quotidiani, colora le vetrine firmando i volumi Louis Vuitton Travel Book, Fashion Eye e City Guide, come chiave di lettura e omaggio alla bellezza, sconfinata del mondo che ci circonda.

Da San Marco, all’Accademia è possibile incontrare questi episodi lungo il percorso e soffermarsi, ancora sognanti, di fronte alle memorie di un tempo.

Foto Copyright: Louis Vuitton – louisvuitton.com@louisvuitton

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Venezia, Louis Vuitton.
Articolo di Francesca Longoni

Francesca Longoni

Giovane architetto d'interni. Attenta al mondo che mi circonda, in cerca di bellezza

Scopri altri post
Il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola, dove la musica nasce dalla pietra

Il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola, dove la musica nasce dalla pietra

I mostri gonfiabili di Designs in Air

I mostri gonfiabili di Designs in Air

Le bizzarre sculture scheletriche di Hyungkoo Lee

Le bizzarre sculture scheletriche di Hyungkoo Lee

Le pietre sferiche di Alicja Kwade

Le pietre sferiche di Alicja Kwade

Gli spaventapasseri di Kate Fichard e Hugo Deniau

Gli spaventapasseri di Kate Fichard e Hugo Deniau

Fondazione André Heller è qualcosa di più di un orto botanico. Un giardino "sensoriale"

Fondazione André Heller è qualcosa di più di un orto botanico. Un giardino “sensoriale”

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati