Le teste lignee di Alfred Haberpointner

Artista di squisita raffinatezza intellettuale e purezza formale, Alfred Haberpointner utilizza il legno come medium espressivo principale, perno estetico e concettuale della sua ricerca creativa.

Lo scultore austriaco modella, incide, brucia, tronca, graffia, vandalizza, e poi vernicia o ricopre con la cera la materia vergine, per sfruttare le infinite possibilità del mezzo; gioca con gli effetti chiaroscurali delle superfici irregolari, dentellate, seghettate, sfrutta la diversa rifrazione della luce sulle frastagliature, conferendo, attraverso questo procedimento distruttivo – costruttivo, ritmo, intensità e movimento alle sue opere plastiche.

Le teste ovoidali di Haberpointner, di chiara ispirazione primitivista, mostrano una marcata tendenza al sintetismo, appaiono rozze, talvolta sbozzate, geometriche, stilizzate, sembrano aver subito un processo di trasfigurazione astratta, che riporta alla mente dell’osservatore certe opere lignee, dal gusto popolare, dell’artista rumeno Constantin Brancusi, e l’approccio antinaturalistico di Auguste Rodin.

Alfred Haberpointner è nato nel 1966 a Ebenau, in Austria. Ha studiato alla Technical School of Sculpture di Hallein a Salisburgo e all’Università di Arte di Linz.

Attualmente vive e lavora a Leonding. Haberpointner ha esposto le sue opere a livello internazionale, presso prestigiose istituzioni come il Museo Beelden aan Zee, a l’Aia, la Galleria dell’Accademia, a Salisburgo, il Museum Würth, a Künzelsau, la Sala delle arti e delle esposizioni della Repubblica federale di Germania, il John F. Kennedy Center, di Washington. I suoi lavori sono presenti nelle collezioni permanenti del Museum Beelden aan Zee, del Museum Wurth, del Museum Liaunig, del MUSA, del Lentos Linz, e del Museum der Moderne Salzburg.

Foto Copyright: Alfred Haberpointner- haberpointner.net

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search