Le tele appese di Tadao Cern

le-tele-appese-di-tadao-cern-1

Dalle sperimentazioni al Bauhaus con la ciniglia, il cellophane e la seta artificiale, ai sacchi di Burri e al vestito di feltro di Beuys, dagli arazzi di Alighiero Boetti ai quadri a maglia di Rosemarie Trocke, fibre, stoffe e filati sono sempre stati al centro dell’interesse dell’arte contemporanea. Nella Fiber Art, detta anche Art Fabric o Texil Art, che affonda le sue radici nelle avanguardie storiche, l’elemento tessile, il medium, incarna l’opera d’arte, è il messaggio, il soggetto, non unicamente il mezzo espressivo.

Nati da memorie fanciullesche, gli Hanging Paintings dell’artista lituano Tadao Cern sono, letteralmente, delle tele sospese, dei quadri-scultura di lana colorata e metallo, un’installazione leggera, fluida, basculante tra le fredde linee geometriche della cornice portante, di gusto minimalista, la morbidezza del tessuto che vi si avvolge, e il dinamismo del colore che ne rompe l’immobilità.

Valicando le barriere tra opera, ambiente e spettatore, il drappo spezza la simmetria del telaio che lo veste, e con un movimento arioso invade lo spazio, e lo riempie, in una dicotomia tra ordine e caos, tra realtà e apparenza, che mutua l’illusionismo pittorico di Velázquez, e il colore puro di Rothko, il colore che non si limita a creare la forma, esso stesso è la forma.

I was missing two aspects in Painting – appropriate portrayal of what we are and true connectivity between the art work and the viewer. I wanted to create paintings that wouldn’t just hang on the wall as a plain visual expression of something that has happened to me or I experienced in any other way.

-Tadao Cern

Foto Copyright: tadaocern

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search