Le pareti invisibili delle architetture di SANAA

Da sempre i progetti dello studio giapponese SANAA guidato da Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa si sono contraddistinti da una ricerca tendente alla materializzazione delle chiusure verticali, siano esse interne o esterne. In alcuni casi arrivando addirittura ad una completa assenza di esse.

Certamente non si esauriscono qui le peculiarità dello studio, ma per oggi vi elenchiamo una serie di loro progetti che ci portano a pensare che è possibile concepire e far funzionare delle pareti invisibili.

a-art-house-by-kazuyo-sejima-by-iwan-baan
A-Art House by Kazuyo Sejima © Iwan Baan
grace-farms-sanaa–dean-kaufman
Grace Farms, SANAA © Dean Kaufman
kazuyo-sejima-shibaura-house-office-building-by-naoyafujii
Kazuyo Sejima, Shibaura house office building © naoyafujii
louvre-lens-by-sanaa-and-imrey-culbert-photographed-by-julien-lanoo
Louvre Lens by SANAA and Imrey Culbert © Julien Lanoo
rolex-learning-center-sanaa-luca-onniboni
Rolex Learning Center, SANAA © Luca Onniboni
RYU-MOR-0030
Ryue Nishizawa's Moriyama House © Edmund Sumner
sanaa-derek-lam-flagship-store-rendering
SANAA, Derek Lam flagship store © rendering
serpentine-gallery-pavilion-by-sanaa-photographed-by-iwan-baan
Serpentine Gallery Pavilion by SANAA © Iwan Baan

Concludo questo post citando un aneddoto. Un paio di anni fa ero ad una conferenza tenuta da Kazuyo Seijima e quando le chiesero se le sue architetture fossero state comunque valide in un clima rigido come quello della Russia o del Canada per esempio – l’architetto molto semplicemente rispose: “Quando progetteremo un edificio in un contesto del genere ci penseremo.”

Foto Copyright: Specificato in ogni fotografia

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search