Le interazioni tra pittura e materia nelle opere di Marina òàz

blue-africa-a-cabecera

Le creazioni di Marina òàz, emanano una forza evocativa, impregnate di vita, di natura, testimoniano una sperimentazione sempre in movimento e in continua evoluzione.

“African Moments” è un ciclo di opere realizzate tra Pretoria e Johannesburg tra il 2011 e il 2015 e rappresentano un inno all’anima pulsante e ai colori dell’Africa, dai quali l’artista si è lasciata trasportare.

Tele e ceramiche collegate da un filo conduttore: il volume e la trama, realizzate con evidente maestria attraverso l’utilizzo di materiali disponibili, mescolati con l’acrilico.

Dalle creazioni sembra risuonare la voce dell’Africa, voce arricchita dalle influenze dell’arte americana di Pollock, del geometrismo astratto e dell’informale. E’ proprio ciò che evince dall’opera “Colour Pipes” del 2014 dalla cui base di intonaco sorgono piccoli crateri circolari, contornati dal rosso e dal giallo, che sembrano evocare l’eruzione di un vulcano.

madre-tierra-a-cabecera

L’opera “Madre Tierra” del 2012 poi incarna la centralità dell’Africa nella storia dell’uomo, lo stretto legame con gli elementi della natura quali il verde e il mare risaltandone la centralità della donna quale “creatrice della vita”.

La lavorazione della ceramica, dell’argilla, la sperimentazione verso nuove forme e l’interazione tra i materiali, rappresenta il nucleo centrale dell’attività della Oaz, come evidente nella serie “Lights”, nella realizzazione della quale l’artista si è sentita fortemente affascinata dall’osservare i diversi effetti della luce creati dai fori creati sulle lampade.

Sul sito dell’artista, è possibile ammirare anche altre opere realizzate tra cui si menziona “Santander Stars”.

Foto Copyright: marinaoaz

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search