Le installazioni in situ di Jae Ko

ArtobjectsInstallations

Jae Ko

Jae Ko è un’artista di origini coreane, che attualmente vive e lavora su un’isola al largo della costa occidentale del Maryland. Dopo aver frequentato la Tokyo Art School, in Giappone, si è laureata al Maryland Institute College of Art di Baltimora.

Artista multidisciplinare, Ko sperimenta media e supporti eterogenei ma, è conosciuta a livello internazionale, soprattutto per l’utilizzo di enormi rotoli di carta, manipolati per creare sculture e installazioni site specific, di dimensioni monumentali e dall’estetica ipnotica.

Le opere su larga scala di Ko possono richiedere diverse tonnellate di carta, riciclata e sbiancata, avvolta in grandi bobine che l’artista, attraverso un processo laborioso, trasforma, torce, modella, e in seguito, fissa alle pareti e sul pavimento. Attratta dalle infinite qualità e dalla versatilità di questo materiale, Jae Ko gioca con il potenziale poetico del bianco, realizzando lavori di soave bellezza.

Jae Ko

Ogni installazione è il risultato dell’incastro di una miriade di rulli compressi l’uno sull’altro che, schiacciati dal peso, formano eleganti spirali di carta, disegni tridimensionali che richiamano alla mente gli anelli concentrici di un albero, le linee di una tavola topografica o, ancora, una misteriosa calligrafia, contrappunto immaginifico tra l’opera dall’uomo e il mondo naturale.

Rolled paper is my material. I love it. Manipulating it is thrilling. I continue to experiment with different types of paper in terms of texture, thickness, width, and color. It becomes a sculptural material.

– Jae Ko

Sulle orme del Fluxus e dall’Arte Povera che, respingendo i valori culturali legati a una società tecnologicamente avanzata, valicavano i limiti imposti dall’arte tradizionale e proponevano materiali poveri e antiestetici, Ko rielabora in chiave artistica questo oggetto di uso quotidiano, di poco valore ed ordinario, unico componente strutturale delle sue opere, rivendicandone l’intrinseca artisticità, conferendogli un nuovo significato, una dimensione visuale alternativa, in grado di stupire e incantare l’osservatore.

Jae Ko
Jae Ko
Jae Ko
Jae Ko
Jae Ko
Jae Ko

Foto Copyright: Jae Ko – jaeko.net

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Carta, Jae Ko.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
Natura, cultura, identità. Le installazioni in situ di Xiaojing Yan

Natura, cultura, identità. Le installazioni in situ di Xiaojing Yan

Gli aquiloni di Jacob Hashimoto

Gli aquiloni di Jacob Hashimoto

The Search of the Glow, la sfera luminosa di Ling-Li Tseng

The Search of the Glow, la sfera luminosa di Ling-Li Tseng

Arte africana contemporanea, le installazioni tessili di Abdoulaye Konaté

Arte africana contemporanea, le installazioni tessili di Abdoulaye Konaté

Icy & Sot, arte e attivismo politico

Icy & Sot, arte e attivismo politico

Antony Gormley e l’inafferabilità dell’orizzonte

Antony Gormley e l’inafferabilità dell’orizzonte

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati