Le incredibili scenografie visionarie di JeeYoung Lee

jeeyoung-lee-scenografie-visionarie-1

L’artista sudcoreana JeeYoung Lee crea intere scenografie visionarie, molto dettagliate ed elaborate che raccontano di se, nel piccolo spazio di 360 x 410 x 240 cm della Galleria OPIOM in Francia.

Sfidando ogni logica e spazio, crea mondi surreali e percettivi, con una preparazione che varia da settimane a mesi senza alcun bisogno del fotoritocco.

jeeyoung-lee-scenografie-visionarie-9

Sono opere totali, autoritratti della stessa artista non convenzionali che parlano della sua vita privata o di vecchie favole coreane, ognuna delle quali ha il proprio retroscena, che non fa che intensificarne la potenza espressiva.

Il mio lavoro, in sostanza, registra le mie preoccupazioni e il processo della crescita. Narra e drammatizza le mie storie personali. […] Il soggetto principale del mio lavoro è la riflessione su me stessa come membro della società e come individuo che influenza ed è influenzato dall’ambiente circostante. Perciò, attraverso il mio lavoro, cerco di completare me stessa e di rendere il mio stato e le situazioni che vivo concrete creando, a partire da queste, degli scenari. In un mondo in cui tutto si può ricreare e imitare tramite la tecnologia, questa giovane sudcoreana non usa trucchi, niente photoshop, solo le sue mani.

-JeeYoung Lee

Foto Copyright: JeeYoung Lee – OPIOM Gallery

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search