Le Guestrooms surreali di Studio 10 nel complesso residenziale The Other Place

Gli architetti di Studio 10 hanno realizzato nel complesso residenziale “The Other Place” sul fiume Li nella contea di Pingle, due guestrooms ispirate all’artista Escher, dando vita ad illusioni ottiche attraverso la combinazione di effetti 2D e 3D, riuscendo così a creare uno spazio quasi irreale

The Other place si pone come obiettivo quello di far vivere un’esperienza sensoriale e unica ai propri ospiti, immergendoli in atmosfere emozionali e a contatto con la natura.

Le due Guestrooms, Dream e Maze si contraddistinguono per la diversità dei colori e sono caratterizzate da un’atmosfera surreale, dove gli elementi architettonici quali ad esempio le scale, sono integrati e sospesi nello spazio attribuendo all’ambiente una sensazione di magia e di immersione in un luogo fantastico.

Dream, i cui colori dominanti sono il bianco e il rosa, richiama l’atmosfera del sogno, dove candidi elementi di arredo sono immersi in un ambiente di colore rosa interrotto solo dal nero delle porte e degli armadi.

L’atmosfera essenziale e astratta è accentuata dalle luci e dalle altre fonti di illuminazione, che sono incastonate negli elementi di arredo.

Maze, invece è caratterizzata da pareti verdi, elementi d’oro e bianco.

Nell’ambiente raffinatissimo spiccano e svettano le scale, che sfidando le leggi della gravità, salgono e scendono senza apparentemente avere alcuna reale destinazione.

Due guestroom di essenziale e surreale bellezza dove l’elemento scultoreo e metafisico si integra perfettamente con l’architettura degli ambienti e la funzionalità necessaria per accogliere gli ospiti della struttura.

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search