La splendida e colorata Muralla Roja di Ricardo Bofill fotografata da Sebastian Weiss

ArchiobjectsArchitecture

In questa magnifica serie, il fotografo di architettura Sebastian Weiss ha catturato l’originalissimo progetto “La Muralla Roja” di Ricardo Bofill a Calp, nel sud-est della Spagna.

Un progetto davvero particolare dell’architetto spagnolo che trae ispirazione dalla cultura abitativa popolare del nord Africa. La casbah.

Oltre ad una articolazione complessa, quasi labirintica, formata da una serie di scale, piattaforme e ponti, questo edificio è anche piacevolmente pitturato in tutte le sue superifici esterne.

Colori sorprendenti che rivestono le facciate e fanno da contrasto all’ambiente naturale circostante – perlopiù cielo e mare – esaltandone i colori e le differenze.

Foto Copyright: Sebastian Weiss – le-blanc.com@le_blanc

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Architecture Photography, Ricardo Bofill, Sebastian Weiss.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
Le linee architettoniche di Vancouver di Shava Cueva

Le linee architettoniche di Vancouver di Shava Cueva

Hong Kong Kolour, la serie fotografica di Mike Pickles

Hong Kong Kolour, la serie fotografica di Mike Pickles

Architettura e colore negli scatti di Simone Hutsch a Canary Wharf

Architettura e colore negli scatti di Simone Hutsch a Canary Wharf

La Rotterdam notturna e dark di Oscar Lopez

La Rotterdam notturna e dark di Oscar Lopez

Sguardi alle architetture di Berlino e Copenhagen, Malte Brandenburg

Sguardi alle architetture di Berlino e Copenhagen, Malte Brandenburg

L'essenza degli stadi ungheresi fotografati da György Palkó

L’essenza degli stadi ungheresi fotografati da György Palkó

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati