La pittura di Michaël Borremans tra tradizione e modernità

Artista visionario, di raffinato estro immaginativo, Michaël Borremans propone una chiave di lettura nuova e originale per certi stilemi della storia dell’arte, punta lo sguardo ai modelli figurativi del passato, alle opere di maestri come Diego Velasquez, Edouard Manet ed Edgard Degas, di cui riprende la sottile abilità tecnica e i riferimenti iconografici.

La sua è una pittura figurativa ancorata ai generi tradizionali del ritratto e dello still life, rielaborati con un approccio innovativo e un gusto estetico pienamente contemporaneo.

Filo rosso della poetica del pittore belga è una ricerca orientata alla natura incerta e oscura della psiche, fatta di estreme contraddizioni, di paure e di fragilità, un’estrinsecazione, per mezzo delle immagini, della profondità dell’animo umano, di emozioni e di moti interiori.

Le sue opere sono un connubio equilibratissimo di perfezione stilistica e forza introspettiva, di brutale verismo e di messe in scena dell’assurdo, svelano una realtà non visibile, quella dell’inconscio, che si sedimenta sulla tela e prende corpo nelle pennellate ampie e sbozzate, cui si oppongono tocchi minuti di precisione fotografica, un impasto pittorico di tinte livide e sepolcrali.

Sulle sue tele campeggiano personaggi dall’apparenza ambigua e tormentata, figure dai volti inespressivi e con gli occhi paralizzati in una fissità alienante; da essi emana un profondo senso di solitudine e un’agitazione di retaggio baconiano: sono maschere malinconiche su un palcoscenico metafisico, fuori dal tempo.

Quella di Borremans è un’umanità indecifrabile, dai toni lugubri e dai tratti sfocati, un’umanità sfigurata da un silenzio angosciante.

Nato nel 1963 a Geraardsbergen, in Belgio, Borremans oggi vive e lavora a Gand. Dopo aver studiato alla Hogeschool voor Kunst en Wetenschappen Sint-Lucas, si dedica alla fotografia e in seguito, dai primi anni Novanta, alla pittura. L’artista ha esposto le sue opere, tra gli altri, presso il Museum of Contemporary Art di Los Angeles, al Museum of Modern Art di San Francisco, al Museum of Fine Arts di Boston, al MOMA di New York, all’Art Institute di Chicago.

Foto Copyright: Michaël Borremans – Michaël Borremans/Fb

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search