“In Extremis”, le impetuose cadute scenografiche di Remmidemmi

ArtobjectsPhotography

Remmidemmi

Persone immortalate in rovinosi capitomboli, accartocciate su loro stesse, schiantate brutalmente a terra, parla di questo il progetto fotografico In Extremis di Sandro Giordano, impetuose cadute fisiche, metafore di scivoloni morali e spirituali.

Giordano si avvicina al mondo della fotografia lentamente, ma facendo un gran rumore, così come suggerisce il significato del suo pseudonimo, Remmidemmi, espressione tedesca che sta a significare “ribaltiamo le cose”, “facciamo un gran casino”.

Dopo aver lavorato per anni come attore, arriva una folgorazione, che si concretizza con la fotografia: tutto nasce da una caduta in bicicletta, in cui Giordano si fa molto male, ma nella quale riesce a salvare l’oggetto che aveva in mano, una banale barretta proteica. Da questo episodio nasce l’urgenza di immortalare la caduta, momento intimo, nel quale tutti noi siamo obbligati a gettare la maschera.

Per Giordano queste fotografie vogliono essere una denuncia al consumismo, un mostrarci quanto siamo vittime delle cose, in un mondo in cui più possediamo, più siamo.

Remmidemmi

I set fotografici che realizza Remmidemmi sono molto articolati, pieni di dettagli, atti a ricreare spaccati di vita reale, talvolta anche violenti e crudi, dove però la durezza si manifesta in maniera ironica e grottesca attraverso colori accesi e vibranti, dall’impatto visivo sorprendente.

“In Extremis” vuol dire “all’ultimo momento”, infatti è all’ultimo momento che ci si può salvare da una caduta, che sia letterale o metaforica, perché il cadere, lo sbattere, è sempre sintomo di un qualcosa che non va. È allora che in extremis si può rimediare agli errori.

Dopo una caduta, o rimani là o ti rialzi più forte di prima. La speranza è che nel vedere le foto, la gente possa sorridere, ma anche riflettere sulla condizione umana.

– Remmidemmi

Remmidemmi
Remmidemmi
Remmidemmi
Remmidemmi

Foto Copyright: Remmidemmi – sandrogiordanoinextremis.it@__remmidemmi

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Remmidemmi.
Articolo di Damiana Catalano

Damiana Catalano

Curiosa di secondo nome, amo passeggiare a testa in su.

Scopri altri post
La luce scura delle montagne  islandesi, Jan Erik Waider

La luce scura delle montagne islandesi, Jan Erik Waider

Fotografia ed esplorazione del sé. I ritratti introspettivi di Anemites

Fotografia ed esplorazione del sé. I ritratti introspettivi di Anemites

Gli autoritratti concettuali di Iness Rychlik

Gli autoritratti concettuali di Iness Rychlik

"Sabine", il diario fotografico di Jacob Aue Sobol

“Sabine”, il diario fotografico di Jacob Aue Sobol

La diseguaglianza sociale ed economica del Brasile nelle foto aeree di Johnny Miller

La diseguaglianza sociale ed economica del Brasile nelle foto aeree di Johnny Miller

La fotografia tra reale e immaginario di Cécile Decorniquet

La fotografia tra reale e immaginario di Cécile Decorniquet

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati