Immersione nel mondo surreale di Luka Khabelashvili

ArtobjectsPhotography

I’ve been taking photos since I was a child. It all started one summer holiday when my family and I went to Turkey. My mother gave me a camera to capture moments from the holiday. Because of the extremely hot days I had a lot of time to spend around the house until conditions were good enough to go outside. So, during this period I started taking lots of shots indoors and outdoors. It was after this trip, I got obsessed with photography and all its possibilities. Nowadays, I shoot everything that I find interesting and fascinating to see. I don’t have any specific style or genre.

Luka Khabelashvili

L’età è solo un numero, e non solo per quanto riguarda le questioni amorose. Luka Khabelashvili trasuda un talento che va ben oltre i suoi anni. Classe 1999, questo giovane fotografo originario di Gori, Georgia, ha già costruito un impressionante portfolio di immagini che ci immergono in un’atmosfera di surrealismo e distacco, e che testimoniano che non serve un’esperienza di anni e anni per trasmettere emozioni e creare qualcosa di grandioso. Il talento e la passione sono già il primo scalino verso il successo.

Come possiamo constatare dalle sue parole, affisse come un poster sulla home page del suo sito web, la fotografia ha suscitato il suo interesse in giovane età, in particolare durante una vacanza estiva al mare in Turchia con la sua famiglia, dove ha scattato immagini di quasi tutto ciò su cui poteva posare gli occhi.

Composto da ritratti, paesaggi e documentari, il suo portfolio in crescita ha acquisito grande notorietà anche su Instagram. E non è difficile capire il perché: Luka ha un talento naturale per comporre narrazioni visive, incapsulando perfettamente i sentimenti in un singolo fotogramma. Sullo sfondo dei paesaggi cinematografici della Georgia, veniamo trasportati in mondi commoventi e strani in cui ci perderemmo volentieri.

I am attracted to faded colours, especially to yellowish and ochre shades. To me, these colours are Georgia. I love to shoot in the morning when the sun starts to rise or is just up, but even more than that I love golden hour, when the sun makes beautiful light in which everything takes on orange hues. I also love to shoot in cloudy weather because it creates this separate world and environment.

Luka Khabelashvili

Quando la realtà non basta, Luka fa ricorso a strumenti di manipolazione digitale come Photoshop, per valorizzare il suo lavoro e creare scenari dalle connotazioni astratte e oniriche. Luka parla di “Derealizzazione” della realtà.

Il risultato è una composizione molto più oscura e al contempo affascinante. Alle tipiche colorazioni calde tendenti all’ocra che caratterizzano il nostro giovane artista, si affiancano luci e ombre, distorsioni e fotomontaggi che sembrano farci approdare in un mondo extraterrestre e ultraterreno.

My city, Gori, is very small but surrounded by beautiful nature. Because it is a small town, it can seem boring and limiting in terms of creativity. However, that also challenges you to think more. I am immersed in art. I paint, I make music, I am woodcarver — I do a lot of things, but I don’t share everything. I shoot on digital – I have worked with film cameras, but not enough to feel confident. I think I will get closer [to that goal] soon. I have two different approaches to shooting. The first is when I have an idea, a purpose behind a shoot; the second is when I just go out and search for inspiration. Sometimes I use digital manipulation; it helps me express my thoughts and ideas. Two years ago, I started to mix text and images in some of my work — it was an experiment, but I kept going with it. That work has a darker side.

Luka Khabelashvili

Foto Copyright: Luka Khabelashvili – @luka.khabelashvili

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Surrealism, Luka Khabelashvili.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
I ritratti maschili di David van Dartel tra natura e amicizia

I ritratti maschili di David van Dartel tra natura e amicizia

Beauty in everywhere. Il mondo a colori di Tekla Evelina Severin

Beauty in everywhere. Il mondo a colori di Tekla Evelina Severin

Melissa Meier, tra fotografia e scultura

Melissa Meier, tra fotografia e scultura

La maternità nel progetto fotografico di Annie Wang

La maternità nel progetto fotografico di Annie Wang

Manuel Vason, performance e fotografia

Manuel Vason, performance e fotografia

Fotografie di architettura artistiche di Gustav Willeit

Fotografie di architettura artistiche di Gustav Willeit

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati