I ritratti espressionisti di Jesùs Leguizamo

ArtobjectsArt

Giovane artista di Bogotà, Jesùs Leguizamo esplora le possibilità del mezzo pittorico per rappresentare, con un codice immaginativo icastico e di forte impatto visivo, le fragilità, le tensioni e i tormenti dell’animo umano.

Nelle sue opere, Leguizamo tende a esaltare il lato emotivo e psicologico dei personaggi raffigurati, a discapito di una riproduzione fedele delle loro sembianze che, al contrario, vengono letteralmente distorte e trasfigurate, con esiti di matrice espressionista, di penetrante e, talvolta, inquietante bellezza.

Ciò che risulta, allora, da quest’operazione di cancellatura e distruzione dell’identità, è un parterre di figure fantasmatiche che, pur nell’incertezza e nell’inconsistenza dei propri tratti somatici, esprimono precisi e intensi sentimenti ed emozioni, per mezzo della violenza e dell’innaturalità del colore, e dell’incisività e impetuosità della pennellata.

My painting is the transformation of the photographic image on the surface of the picture. The face is a type of laboratory where I build and destroy the identity of the subject. I want to discover the portrait using the modern gesture of traditional painting. I want to show the human body and its fragile image. I feel the urge to eliminate, is the need to erase the essence of the individual in the picture surface. Through my work I want to reflect on the passage of time and the portrait of the current era.

Jesùs Leguizamo

Jesùs Leguizamo è nato nella città coloniale di Pamplona, nella Colombia orientale. Ha conseguito una laurea in Belle Arti presso l’Università Nazionale della Colombia dove si è laureato. Attualmente vive e lavora a Bogotà.

Foto Copyright: Jesùs Leguizamo – jesusleguizamo.com@jesus.leguizamo

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Pittura, Jesùs Leguizamo.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
Agnieszka Nienartowicz, l'opera dentro l'opera

Agnieszka Nienartowicz, l’opera dentro l’opera

Le marine surreali di Joel Rea

Le marine surreali di Joel Rea

“The constructed self”. Genere, identità, appartenenza con Karen Navarro

“The constructed self”. Genere, identità, appartenenza con Karen Navarro

Ricreare dipinti famosi con i sassolini in spiaggia, Justin Bateman

Ricreare dipinti famosi con i sassolini in spiaggia, Justin Bateman

L'arte del legno di Willy Verginer, tra surrealismo e tematiche ambientali

L’arte del legno di Willy Verginer, tra surrealismo e tematiche ambientali

La pittura come espressione dell’Io, i ritratti introspettivi di Danielle McKinney

La pittura come espressione dell’Io, i ritratti introspettivi di Danielle McKinney

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati