Earthcasts, le sculture verticali di Jodie Carey

ArtobjectsArt

Nelle sale della galleria Edel Assanti di Londra, per la sua terza personale, e al Miart, la Fiera Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Milano, l’artista britannica Jodie Carey ha esposto Earthcasts, una grande installazione di cinquanta sculture verticali e di disegni a parete.

Le opere della Carey sono costruzioni delicate e intime, rivelano un senso di logorio, di caduta, di vulnerabilità della materia, nella quale incrinature e superfici screziate si contrappongono al predominio delle linee verticali, all’equilibrio, alla purezza del bianco, qua e là puntellato di pochi tocchi di colore, evocano una foresta di alberi, con le superfici nodose e frastagliate, o i megaliti di un sito primitivo.

Nelle sue sculture i concetti di tempo, di sacralità, di vita e di morte, dell’arte come testimonianza dell’uomo, messaggera di memoria collettiva, si materializzano nel richiamo a un immaginario storico e preistorico, nei materiali poveri ed effimeri, legno, gesso, humus, nella solennità e nella verticalità delle strutture, rimando alla dimensione atemporale degli antichi monumenti in pietra, al rapporto primigenio tra l’uomo e la natura, che sembra emanare dalle opere stesse.

Nella combinazione di tecniche e di sostanze eterogenee, l’artista rivela la sua fascinazione nei confronti della materia, e i frammenti, le tracce del suo processo creativo, sono anch’essi elementi essenziali all’opera d’arte.

I quadri polimorfi, realizzati con tela di iuta, gesso e vernice, e colorati a matita con tinte morbide e tenui ombreggiature, creano un dialogo tra presente e passato, inducono alla nostalgia per l’infanzia, e l’atto stesso del disegno fa eco alla pratica più antica di registrazione della storia e della memoria umana, quella della pittura rupestre.

Foto Copyright: jodiecarey – edelassanti

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Jodie Carey, Edel Assanti, Miart.
Articolo di Alessia Cortese

Alessia Cortese

Fotografa freelance. Aspirante giramondo. Perdutamente innamorata di Max Ernst, Jane Austen e Georgia O'Keeffe. La musica è il mio pane quotidiano.

Scopri altri post
La forma umana nelle sculture di porcellana di Rachel Kneebone

La forma umana nelle sculture di porcellana di Rachel Kneebone

Le montagne grafiche di Séverine Dietrich

Le montagne grafiche di Séverine Dietrich

L'arte Pluriball nelle opere pittoriche di Darian Mederos

L’arte Pluriball nelle opere pittoriche di Darian Mederos

I dipinti a doppia esposizione di Horyon Lee

I dipinti a doppia esposizione di Horyon Lee

L'autoritratto di Van Gogh fatto con pixel di legno

L’autoritratto di Van Gogh fatto con pixel di legno

L’arte come espressione dell’anima. Intervista a Silvia Ottobrini

L’arte come espressione dell’anima. Intervista a Silvia Ottobrini

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati