Craco, il paese fantasma inserito nella Watch List del World Monuments Fund

LifeobjectsTravel

In una delle regioni più affascinanti d’Italia, nella provincia di una delle città più uniche al mondo, sorge un paese fantasma. Craco.

La sua storia nasce – o meglio finisce – nel 1963, quando una frana distrusse parte della città e gli abitanti furono costretti ad abbandonare le proprie case per questioni di sicurezza. Il disastro geologico fu causato soprattutto da perdite nella rete idrica della città unita da una scarsa e poco lungimirante urbanizzazione del territorio.

Il Centro Storico di Craco è stato inserito nelle Watch List 2010 del World Monuments Fund tra i siti da salvare nel mondo e oggi il Comune di Craco si sta attivando per cercare di recuperare il suo centro storico, il quale mantiene ancora oggi uno splendore incredibile.Autore del video: Walter Molfese

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Viaggiare stando fermi.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
La pura magia della Nuova Zelanda nel timelapse di Michael Shainblum

La pura magia della Nuova Zelanda nel timelapse di Michael Shainblum

La fotografia documentaristica di Evgenia Arbugaeva

La fotografia documentaristica di Evgenia Arbugaeva

In cima alle piramidi di Giza

In cima alle piramidi di Giza

Le abitazioni scavate nella roccia del villaggio Kandovan, Iran

Le abitazioni scavate nella roccia del villaggio Kandovan, Iran

L'isola più densamente popolata al mondo, Santa Cruz del Islote

L’isola più densamente popolata al mondo, Santa Cruz del Islote

Una delle perle nascoste in Ungheria fotografata da Gabor Nagy

Una delle perle nascoste in Ungheria fotografata da Gabor Nagy

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati