Confine: come Como e la sua stazione sono diventate un campo profughi

01_mattia_vacca

Nell’estate del 2016, centinaia di migranti che cercavano di raggiungere l’Europa del Nord attraverso la Svizzera si sono ritrovati bloccati sul confine tra Italia e Svizzera.

Per circa tre mesi, 500 migranti sono stati forzati a sostare nel parco all’esterno della stazione ferroviaria di Como, in attesa di conoscere il loro futuro.

Confine è una raccolta di immagini scattate durante l’emergenza dai fotografi  Mattia Vacca ed Emanuele Amighetti a metà tra photobook e documento giornalistico.

Il libro riporta gli eventi del 2016 e la reazione della città di Como, costretta ad affrontare il suo status di città di confine, troppo a lungo dimenticato.

Il volume contiene anche una selezione di articoli giornalistici pubblicati nelle settimane della crisi.

confine

II libro può essere finanziato partecipando al crowdfunding su Kickstarter

Foto Copyright: Mattia Vacca – Emanuele Amighetti

Contributors: Luigi Mastrodonato – Andrea Quadroni – Alessandro Ronchi – Giovanni Marchi – Philip Di Salvo

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search