Barcellona riapre le porte di Casa Vicens

ArchiobjectsArchitecture

Dallo scorso 16 novembre 2017 è possibile accedere alla visita di casa Vicens, tenuta estiva realizzata da un Gaudì trentunenne su commissione di Manuel Vicens I Montane, fabbricante di mattoni e piastrelle che aveva ereditato un pezzo di terra nell’esclusivo quartiere Gracia, allora villaggio rurale.La casa è stata completata nel 1888 ed ampliata tra il 1925 e 1927 da un allievo di Gaudì Juan Bautista Serra de Martinez e, considerata dal 2005 patrimonio dell’Unesco, è stata riaperta dopo 130 anni.

La struttura presenta le caratteristiche che rendono uniche e accomunano tutte le opere realizzate dal maestro spagnolo: elementi floreali, colori, forme plastiche e decorazioni finemente realizzate.

I rivestimenti richiamano i girasoli, che ricoprivano il terreno prima della costruzione della casa e la palma ivi presente riprodotta come elemento decorativo del cancello di ingresso.

La casa presenta influenze dell’architettura araba, del gotico mediterraneo e nord europeo ed è arricchita da torri sospese e balconi decorati con motivi sinuosi, come le onde del mare di Barcellona, richiamanti l’ art nouveau.

Gli interni sono caratterizzati da decori sontuosi e materiali pregiati, quali legno, vetrate, rivestimenti illuminati da lampadari dalla linea arabeggiante, che ne evidenziano il pregio conferendo ai differenti ambienti calore  e accoglienza.

Meravigliosi gli azulejos i cui colori, variando dagli azzurri, ai verdi e ai gialli, donano una cromaticità unica sia all’interno che all’esterno della struttura rendendola così un esempio unico di architettura e design.

Foto Copyright: casavicens

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Articolo di Bruna Giordano

Bruna Giordano

Ingegnere biomedico, affascinata dal l'innovazione tecnologica, appassionata di arte e di tutto ciò che è espressione dell'uomo e della sua creatività.

Scopri altri post
Il quartiere dei colori nel cuore di Berlino. "Quartier Schützenstraße" di Aldo Rossi

Il quartiere dei colori nel cuore di Berlino. “Quartier Schützenstraße” di Aldo Rossi

La cappella ispirata ad un origami nel paesaggio della Spagna centrale

La cappella ispirata ad un origami nel paesaggio della Spagna centrale

Il Panopticon nella prigione francese di Auntun

Il Panopticon nella prigione francese di Auntun

Majara Residence, il residence dei colori nel mare dell’Iran

Majara Residence, il residence dei colori nel mare dell’Iran

Cabine che scompaiono tra gli alberi

Cabine che scompaiono tra gli alberi

Architetture antropomorfe

Architetture antropomorfe

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati