Alcune rare foto di Hachiko, il cane più fedele di sempre

ArtobjectsPhotography

Complice anche il film con Richard Gere di qualche anno fa, la storia di Hachiko ha fatto il giro del mondo e oggi ogni amante o simpatizzante del migliore amico dell’uomo non può fare a meno di sorridere e commuoversi nel ricordarsi la storia straordinaria di questo cane.

Per chi non lo sapesse Hachiko è un cane che per ben 9 anni, a cavallo tra gli anni venti e trenta, aspettò ogni giorno il suo padrone (morto prematuramente e improvvisamente) alla fermata della Shibuya Station a Tokyo. Una storia incredibile che ha commosso il paese prima e il mondo interno sino ai giorni nostri.

Oggi in Giappone è una vera e propria icona con tanto di statua. Un simbolo di fedeltà e anche un luogo di ritrovo. Qui possiamo ricordarlo con queste rare foto scattate da passanti e amici di tutti i giorni di Hachiko del tempo.

hachiko
hachiko
hachiko
hachiko

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Hachiko.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
Animals, una serie fotografica di Ryan McGinley

Animals, una serie fotografica di Ryan McGinley

“Greetings From Mars” , una parodia alla selfite contemporanea

“Greetings From Mars” , una parodia alla selfite contemporanea

Fotografie vintage dei primi parcheggi verticali, 1920-1960

Fotografie vintage dei primi parcheggi verticali, 1920-1960

L'arte liquida di Jack Long

L’arte liquida di Jack Long

La vita quotidiana attraverso la lente di Chase Middleton

La vita quotidiana attraverso la lente di Chase Middleton

Il corpo vulnerabile nelle fotografie di Leah Edelman-Brier

Il corpo vulnerabile nelle fotografie di Leah Edelman-Brier

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati