Un aeroporto di droni che cambierà l’Africa

Aeroporto Droni Rwanda

Qualche mese fa, lo studio Foster + Partners aveva pubblicato i dettagli del suo recente progetto su un aeroporto di droni in Rwanda. La notizia fece il giro del mondo sia per il suo carattere innovativo, sia per il fatto che si trattava di un’iniziativa con lo scopo di incentivare lo sviluppo delle infrastrutture in un paese emergente. 

Il progetto, incluso nella Biennale di Venezia di quest’anno, sarà costruito a partire dal 2016. In questo video Foster e i suoi collaboratori spiegano il processo di realizzazione di questa nuova tipologia di architettura. Una costruzione che fa incontrare una tecnologia all’avanguardia (i droni), con metodi di costruzione e materiali assolutamente tradizionali (i mattoni). 

A cosa serve un aeroporto di droni in Africa?

Di certo non servirà per fare video ai matrimoni o per i servizi di donna avventura. In un paese che ha moltissime mancanze a livello infrastrutturale – dove per fare pochi chilometri ci si impiegano ore a causa dei dissestamenti delle strade (quando ci sono) – la possibilità di trasportare anche piccoli oggetti a corto-medio raggio in breve tempo può essere considerato un passo da giganti. Immaginatevi i beni di prima necessità come cibo, medicine, acqua.

Per una volta l’Africa potrà essere pioniera di un nuovo modello di mobilità urbana ed extraurbana. Speriamo che questo possa diventare un modello di sviluppo sostenibile anche per il futuro delle nostre città. 

Aeroporto Droni
Droni Rwanda

Foto copyright: Foster+Partners

Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search