Ode alla ricerca continua, incessante, di Ricardo Bofill e alla sua architettura

ArchiobjectsArchitecture

E’ mancato nei giorni scorsi, all’età di 82 anni, l’architetto spagnolo postmodernista Ricardo Bofill. Una vera e propria icona dell’architettura della nostra contemporaneità, famoso non solo in Europa, ma in tutto il mondo, per il suo approccio unico, inconsueto e spesso travolgente.

Barcellona è sempre stata la sua città, ma il suo cuore, e la necessità di conoscenza, l’hanno portato in giro per il Mediterraneo, solcando i mari dalla Grecia all’Italia per contemplare l’arte antica e farla propria.

Nelle sue architetture spiccano così, sempre, elementi della tradizione antica, come archi e colonne, riproposti e rielaborati a seconda del luogo e del contesto, sociale e paesaggistico, in cui si collocano. Le sue architetture sono avvolte da un alone di luce calda, concretezza, e spirito innovativo.

La sua forza progettuale risiede proprio nella capacita di concepire un pensiero progettuale mai uguale a sé stesso, mutevole, in grado di plasmarsi, ma tuttavia, sempre ancorato a principi solidi, classici, eterni.

Fondamentale, per l’architetto, durante la sua avventura, è stato circondarsi di un complesso numerosissimo di figure, provenienti dai più svariati settori: arte e design, filosofia, politica ma anche dagli studi sociali sulle abitudini e sui comportamenti delle popolazioni.

Il suo Taller de Arquitectura ha sempre aperto le porte al mondo e a tutti i suoi flussi. Forse è nella definizione stessa di architetto umanista che possiamo riscontrare il percorso di Ricardo Bofill, “umano” ancora prima che progettista.

La preziosa lezione che l’architetto spagnolo ci regala risiede proprio in questi temi: è nella capacità, insita, dell’uomo di mutare e adattarsi agli eventi, e alla storia, che l’architettura può diventare grande.

Sarebbe bello dire a Ricardo Bofill, oggi, che la sua architettura sarà sempre veicolo lucente di grandi insegnamenti.

E allora mutiamo, rendiamoci capaci di crescita, così come il tempo e gli avvenimenti ci insegnano.

Foto Copyright: Ricardo Bofill – ricardobofill.com@bofillarquitectura

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Ricardo Bofill.
Articolo di Francesca Longoni

Francesca Longoni

Giovane architetto d'interni. Attenta al mondo che mi circonda, in cerca di bellezza

Scopri altri post
Cabine che scompaiono tra gli alberi

Cabine che scompaiono tra gli alberi

Architetture antropomorfe

Architetture antropomorfe

A Folkestone il primo skatepark multipiano al mondo, Holaway Studio

A Folkestone il primo skatepark multipiano al mondo, Holaway Studio

La sfera gigante di Populus a Londra

La sfera gigante di Populus a Londra

Ta Khut, il nuovo osservatorio progettato da James Turrell

Ta Khut, il nuovo osservatorio progettato da James Turrell

Il mondo segreto dietro il cancello. La Foleia

Il mondo segreto dietro il cancello. La Foleia

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati