La chiesa di Le Corbusier a Ronchamp, Notre-Dame du Haut

ArchiobjectsArchitecture

Le Corbusier a Ronchamp

La Chiesa di Le Corbusier a Notre-Dame du Haut a Ronchamp, realizzata dal celebre architetto svizzero, è un capolavoro che anche dopo decenni dalla sua costruzione, continua a suscitare stupore e ammirazione. E probabilmente continuerà a farlo per il resto dei suoi giorni, essendo a tutti gli effetti una delle architetture più famose e iconiche al mondo.

Costruita tra il 1950 e il 1955 su un colle che domina il paesaggio circostante, questa chiesa, edificata sulle rovine di una precedente cappella distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, è un esempio straordinario di come l’architettura moderna, fatta di rigore, minimalismo e moduli, possa trasformarsi per esprimere spiritualità e emozione, infrangendo le convenzioni e superando le aspettative.

Ronchamp

L’architettura di Ronchamp si distingue paradossalmente per le sue forme organiche e fluide, un netto contrasto con la rigida geometria tipica di molte costruzioni moderniste. In primis quelle dello stesso Le Corbusier. Pensiamo agli esordi con la Villa Le Lac, ma anche a tutto il resto delle sue opere compiute e incompiute. Come l’Unite d’Habitation o Ville Savoye, oppure quelle che ho avuto il piacere di visitare a La Tourette o a Firminy Vert.

Nella chiesa di Ronchamp Le Corbusier ha utilizzato pareti curve e inclinate, un tetto che sembra galleggiare sospeso sulla struttura e finestre di forme e dimensioni irregolari, creando un “gioco di luci e ombre” che cambia con il passare del giorno. Questa dinamica di luci, insieme alla sensazione di solennità dovuta all’architettura e al suo autore, rende l’esperienza di visitare la chiesa unica e toccante.

L’uso del colore è altrettanto significativo, perlomeno negli interni. Le Corbusier impiega il bianco per la struttura principale, ma introduce colori vivaci attraverso vetrate artistiche, che creano pattern di luce colorata all’interno della chiesa. Questo contrasto tra l’esterno austero e l’interno colorato per alcuni ha sempre simboleggiato una sorta di transizione dalla realtà terrena ad una sfera più spirituale.

La sua natura e la sua storia fanno della chiesa di Ronchamp non sia solo un luogo di culto, ma anche un sito di pellegrinaggio architettonico. Visitatori da tutto il mondo vengono per ammirare questa icona dell’architettura moderna, che continua a ispirare architetti e designer. Infatti anche se oggi la chiesa mantiene la sua funzione religiosa, ospitando regolarmente messe e cerimonie, è anche un’attrazione per chiunque sia interessato all’arte e all’architettura.

ARCHITECT. Le Corbusier

IMAGES. Luca Onniboni

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Le Corbusier.
Articolo di Luca Onniboni

Luca Onniboni

Autore e fondatore di Objects., Archiobjects e Marketing For Architects. Esperto in comunicazione e appassionato di Architettura, Design e Marketing. E' anche un consulente, un nuotatore, un motociclista e un instancabile ricercatore

Scopri altri post
“Hidden Beauty”, i paesaggi urbani di Sandra Jordan

“Hidden Beauty”, i paesaggi urbani di Sandra Jordan

Studio Pizzi vince il Premio Italiano di Architettura 2024 con la Cantina Ceresé

Studio Pizzi vince il Premio Italiano di Architettura 2024 con la Cantina Ceresé

Autoritratti a La Muralla Roja di Helin Bereket

Autoritratti a La Muralla Roja di Helin Bereket

Beirut nelle fotografie di Serge Najjar

Beirut nelle fotografie di Serge Najjar

Il nuovo che esalta l'antico nel cimitero di Mount Auburn

Il nuovo che esalta l’antico nel cimitero di Mount Auburn

La Chiesa sull'autostrada del Sole di Giovanni Michelucci

La Chiesa sull’autostrada del Sole di Giovanni Michelucci

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati