Il nuovo museo del brandy in Russia tra tradizione, innovazione e design

museo del brandy

A Chernyakhovsk, antica città tedesca nella regione russa di Kaliningrad, gravemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale, lo studio moscovita di architettura TOTEMENT/PAPER ha curato il progetto di ampliamento di una distilleria di vino e brandy attraverso l’aggiunta di due nuovi edifici, di superficie pari a 1562 metri quadri.

Il messaggio legato al nuovo museo del brandy è la rinascita della città, rappresentato attraverso le due costruzioni: una slanciata verso l’alto in acciaio e l’altra più bassa in legno,  all’interno del quale sono custodite le botti. Quest’ultima richiama la figura della madre terra, della donna, custode della prole attraverso le cure e la nutrizione, l’altro la figura maschile.

Grazie all’unione dell’uomo e della donna si genera una nuova vita, avviene una nuova nascita, enfatizzando, così il ruolo che la distilleria ha svolto e continua a svolgere, nei confronti della città stessa.

I due elementi, progettati con gli stessi principi geometrici,  sono caratterizzati da linee dure, angolate e occupano lo spazio con imponenza, conferendone plasticità e movimento. I due edifici infatti, sono tra loro collegati in modo che i visitatori, entrando dalla struttura più alta, più slanciata e dinamica, possano guardare all’interno della cantina ove presenti le botti, ammirandone la disposizione e l’organizzazione degli spazi.

Se da un lato l’edificio verticale, accoglie i visitatori, l’edificio in legno accoglie e custodisce le botti, presentando, inoltre, ambienti dedicati alla vendita del brandy, ma anche allo scambio di idee e opinioni tra gli ospiti. Le due strutture, dunque, sono complementari e non possono sussistere l’una senza l’altra, rafforzando, così il messaggio legato al rapporto e all’unicità tra l’uomo e la donna.

Foto Copyright: TOTEMENT/PAPER

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search