Il fenomeno Patricia Urquiola

DesignobjectsDesign

Che la firma di Patricia Urquiola fosse una costante negli ultimi anni, sia nel mondo del design che dell’architettura di interni, era scontato. In questi giorni però il suo nome ha fatto il giro di Milano, e del mondo.

La Urquiola infatti ha firmato una lunghissima lista di progetti e collaborazioni, con numerosi brand di design, che hanno partecipato al salone. Il suo nome è stato ovunque, e la sua creatività alle stelle.

Da Flos, a Cc Tapis, da De Padova a Moroso, una sola costante: il suo linguaggio organico. Linee sinuose, mai rigide, sempre confortevoli e accomodanti, come se la materia vincesse sulla logica.

I materiali sono caldi, avvolgenti e i colori mai banali, polverosi a tratti ma pungenti per altri versi, il comfort al primo posto senza mai abbandonare quella punta di sofisticatezza. La sua vitalità, e la sua energia creativa, plasmano il design.

Di seguito solo alcuni dei nuovi prodotti, e progetti, presentati dalla designer per questo Salone 2022.


Venus by Cc Tapis

La nuova versione, delicata nelle tinte, di un tappeto che sembra un disegno onirico dalle forme morbide che ricordano la femminilità.

Foto by Simona Pavan e Cc Tapis


Almendra by Flos

Questa lampada, disegnata per Flos, è un inno alla leggerezza e alla natura. Un ritorno al mondo botanico, che si legge nel design stesso dell’oggetto, disponibile in più versioni. Sembra infatti di ammirare un ramo con le sue foglie, che fluttua, sospeso, nell’atmosfera.

Foto by Tommaso Sartori


Sengu Bold by Cassina

Un divano modulare, protratto all’incontro e alla condivisione. I volumi morbidi delle sedute vengono valorizzati, nelle linee e nelle forme, dai colori e dai tessuti vivaci.

Foto by Cassina


Cassina Sestiere Vases by Cassina

Vetro colorato, intrecciato da un disegno scultoreo, ben definito, che abbraccia i vasi per custodirne la poetica.

Foto by Cassina


Hybrida by Caselli Real Fabbrica di Capodimonte

Una linea di ceramiche sinuose, che raccontano la storia di una sperimentazione continua per valorizzare un materiale storico della nostra tradizione.

Foto by Alessandra Mustilli e Studio Urquiola


Anorak by Moroso

La forza di questo divano è la vestibilità e la versatilità. Ogni singolo elemento che compone il divano è infatti disassemblabile, le imbottiture infatti non sono fissate alla struttura ma possono essere del tutto sfilate.

Foto by Moroso


Plumon table by Kettal

Questa linea di tavoli è stata pensata in 3D, e stampata appositamente con la stessa modalità, per dare forma alle infinite possibilità di modellazione. Le gambe infatti rappresentano esse stesse degli oggetti scultorei, unici nella loro forma e composizione.

Foto by Kettal

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Milano, Flos, cc-tapis, Fuorisalone, Patricia Urquiola.
Articolo di Francesca Longoni

Francesca Longoni

Giovane architetto d'interni. Attenta al mondo che mi circonda, in cerca di bellezza

Correlati
Fuorisalone 2022. Il viaggio sensoriale all’interno del design contemporaneo e dei materiali eco-sostenibili

Fuorisalone 2022. Il viaggio sensoriale all’interno del design contemporaneo e dei materiali eco-sostenibili

Scopri altri post
Il sistema solare in un puzzle

Il sistema solare in un puzzle

Storie di mobili, design e aziende

Storie di mobili, design e aziende

Il divano che visse due volte. Camaleonda di Mario Bellini

Il divano che visse due volte. Camaleonda di Mario Bellini

Il biliardino giocabile della LEGO

Il biliardino giocabile della LEGO

Azimut Design a bordo della prima galleria d’arte italiana galleggiante

Azimut Design a bordo della prima galleria d’arte italiana galleggiante

Il design è donna, perché guarda al futuro con sfrontata delicatezza

Il design è donna, perché guarda al futuro con sfrontata delicatezza

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati