Gli ambienti lunari di Alexis Pichot

Figlia di Iperione e di Teia, sorella del Sole e dell’Aurora, secondo quanto ci tramanda il poeta Esiodo nella sua Teogonia, per la mitologia greca la dea Selene, la “risplendente”, è la personificazione della Luna Piena, iconograficamente raffigurata come una donna bellissima con la pelle candida e lunghe vesti color argento che, alla guida di una biga trainata da cavalli bianchi, attraversa i cieli, illuminando il firmamento con i suoi raggi opalescenti.

È un omaggio alla divinità ellenica il nuovo progetto fotografico di Alexis Pichot, intitolato proprio Séléné, una serie di immagini di ambienti estremi, quasi alieni, scattate nelle ore notturne e sfruttando unicamente la luce pallida della luna piena.

Negli scatti del fotografo francese, monoliti innevati, dune sabbiose sferzate dal vento, si stagliano su cieli ora violacei ora di un rosa lattiginoso, sono delle visioni, nel vero senso del termine, un viaggio fotografico e anche introspettivo attraverso paesaggi che sembrano trascendere la realtà, sospesi tra la dimensione del sogno e il tangibile.

These moon dust tableaux are a reflection of my darkness and light. These ecstatically still landscapes lead me to an internal mise en abime, a necessary passage for those who wish to welcome a reinvented past.

– Alexis Pichot

Foto Copyright: Alexis Pichot – alexispichot.com

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search