Get Vaccinated Everywhere. La campagna di sensibilizzazione di Hugo Suìssas

LifeobjectsCulture

A quasi un anno dall’incubo che si è insidiato silenziosamente nelle nostre vite, siamo tutti rimasti immobili in attesa di salvezza. Sono stati tempi durissimi, tempi di fatiche e tormento in cui l’oscurità pareva avere il sopravvento e prendersi il meglio di noi. A guidarci, solo quella forza instancabile che tiene in vita ogni essere umano: la speranza. L’ultima a morire, si dice.

Ed è proprio così quando, dopo 12 lunghissimi mesi, la si vede affiorare timidamente, a poco a poco, dai laboratori dell’azienda farmaceutica statunitense Pfizer. A seguito di un lungo periodo di ricerca serrata e sperimentazione, durante il quale la medicina ha fatto progressi impensabili, il vaccino contro il virus diviene realtà proprio a conclusione dell’infausta annata. Il 2020 è un anno che non dimenticheremo facilmente, ed è il momento di lasciarselo alle spalle. Ora non resta che aspettare pazientemente il proprio turno per vaccinarsi. Chiaro, il vaccino non è obbligatorio, ma per ora è anche l’unica arma vincente per sconfiggere una volta per tutte il Covid-19.

Tra rinnovata speranza e gioia diffusa, non manca però chi guarda a questa nuova opportunità con scetticismo e diffidenza.


Mentre in Italia ci ha pensato Giuseppe Tornatore a realizzare una serie di spot sull’importanza della vaccinazione, l’artista portoghese Hugo Suìssas ha puntato ancora più in alto realizzando un’intera campagna “mondiale”, volta a sensibilizzare chiunque nel mondo alla lotta contro il virus che ha messo in ginocchio il pianeta.

Già noto a marzo 2020 per la sua serie di grafiche in cui invitava la popolazione mondiale a rimanere a casa, Hugo Suìssas dà prova ancora una volta – attraverso la sua creatività – del suo impegno sociale e artistico.

Le “Vaccine Towers” sono il suo nuovissimo progetto per il 2021: l’artista passa in rassegna l’architettura e gli edifici più iconici di ogni città del mondo, evidenziandone le sommità che si ergono in alta quota a contatto con l’azzurro cielo.

Dalla Tour Eiffel di Parigi alla CN Tower di Toronto fino al Burj Khalifa di Dubai, Suìssas zoomma su di essi per sottolinearne le chiare forme a punta.

Non è certo una casualità questa scelta stilistica: la somiglianza tra l’apice dei famosi palazzi e le siringhe mediche è evidente. Con l’intento di invitare le persone a sfruttare questa imperdibile opportunità, Suìssas accompagna le immagini da captions che non si possono fraintendere, impresse direttamente sull’immagine: “Get vaccinated in..” più il nome della città in questione.

Schierandosi a favore della campagna vaccinale, Suìssas invita in maniera tanto chiara quanto creativa a fare una scelta consapevole, in questo caso una scelta che miri a un bene non individuale, bensì collettivo.

Solamente insieme, si potrà sconfiggere il Covid-19.

Foto Copyright: Hugo Suìssas – @suissas

15 febbraio 2021

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Covid, Hugo Suìssas.
Articolo di Giuditta Duranti

Giuditta Duranti

Vivo per scrivere, scrivo per vivere. Fotografo per passione. Da sempre innamorata dell'arte e della letteratura, mi diletto con zelo e passione a narrare le vicende del mondo e a immortalarne i momenti più belli.

Scopri altri post
Perché Sanremo è Sanremo! La mostra a Torino che celebra il Festival

Perché Sanremo è Sanremo! La mostra a Torino che celebra il Festival

Viaggiare per.. dormire! Il turismo del sonno work in progress

Viaggiare per.. dormire! Il turismo del sonno work in progress

Jane Birkin e Serge Gainsbourg, la loro casa ispirata a Salvador Dalì

Jane Birkin e Serge Gainsbourg, la loro casa ispirata a Salvador Dalì

Bologna si è illuminata di colore dalle canzoni di Cesare Cremonini

Bologna si è illuminata di colore dalle canzoni di Cesare Cremonini

A metà strada fra le Piramidi Egizie e i Dolmen greci, la Volta Celeste di Silvio Berlusconi

A metà strada fra le Piramidi Egizie e i Dolmen greci, la Volta Celeste di Silvio Berlusconi

Il collegio di Mercoledì Addams esiste per davvero e si trova in Romania

Il collegio di Mercoledì Addams esiste per davvero e si trova in Romania

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati