Finestre nel cinema. Un modo per raccontare i sentimenti

LifeobjectsCinema

Le finestre raccontano sentimenti, sono uno specchio del personaggio, possono servire per anticipare la trama del film oppure per sospenderla nel tempo. Attraverso questo dispositivo, il cinema può parlare allo spettatore, tramite un filtro diretto.

Le scene che raccolgono i momenti alla finestra sono tantissime e cambiano a seconda del film. Vediamo alcune funzioni che può svolgere.

Finestre nel cinema

Può incantare, come in Colazione da Tiffany. L’iconica Audrey Hepburn canta dalla finestra Moon River seduta sul davanzale della sua finestra, mentre viene osservata da George Peppard.

Finestre nel cinema

Può essere simbolo delle conseguenze di ogni azione, come avviene in Fight Club dove Where is my mind dei Pixies suona sullo sfondo mentre Edward Norton tiene per mano Helena Bonham Carter e insieme guardano dalla finestra il mondo cadere giù.

Finestre nel cinema

Rappresenta la luce della vittoria nella scena finale del film Il Discorso del Re quando Colin Firth riesce a pronunciare il discorso finale

Finestre nel cinema

È segno di libertà in The Truman Show, quando finalmente Jim Carrey percorre la scala che porta all’uscita dallo show televisivo in cui era tenuto inconsapevolmente prigioniero.

Finestre nel cinema

La finestra è un elemento costante in Rear Window (La finestra sul Cortile) di Hitchock. Il protagonista osserva la vita degli altri attraverso una finestra, utilizzando un binocolo o una macchina da presa. In questo caso, la finestra ha una funzione metacinematografica, in quanto il regista usa il dispositivo sia per raccontare la trama del film, sia per proporre una riflessione sul cinema e sul voyeurismo.

Finestre nel cinema

Funziona come tecnica cinematografica in Quarto Potere. Esempio magistrale dell’uso della profondità di campo. Allo stesso modo sembra incastrare ogni scena, riavvolgendola come se fosse un nastro.

Finestre nel cinema

Apre e chiude momenti salienti del film e funge da inizio e fine dell’opera di Woody Allen, il film Match Point. La finestra può arbitrariamente rappresentare l’inizio dell’adulterio e la liberazione da esso.

Finestre nel cinema

Ed in conclusione, rappresenta un elemento di osservazione nella vita della giovane protagonista nel film Il favoloso mondo di Amélie.

 

Incanto, conseguenze, vittoria, libertà, riflessione, amore e vendetta. Tanti sentimenti possono essere raccontati da una finestra.

Un dispositivo magico dentro un dispositivo ancora più magico: il cinema.

Foto Copyright: TvZoom – MyMovies – Arte Settima – Elle

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Articolo di Valentina Mezzacapa

Valentina Mezzacapa

Scrivo storie basate su momenti realmente vissuti. Vivo contemporaneamente in più mondi. Ipotizzo soluzioni per rinnovare il modo di vedere le cose che accadono

Scopri altri post
The turning point, il video animato in cui l'uomo si inverte con gli animali

The turning point, il video animato in cui l’uomo si inverte con gli animali

Il cinema è una magia di pochi attimi. Il progetto di Marc de Pierrefeu

Il cinema è una magia di pochi attimi. Il progetto di Marc de Pierrefeu

I mille volti (non) nascosti di Joaquin Phoenix

I mille volti (non) nascosti di Joaquin Phoenix

Un viaggio nel cinema, Filmtourismus il progetto di Andrea David

Un viaggio nel cinema, Filmtourismus il progetto di Andrea David

Vivere da attore protagonista. Il progetto di Phil Grishayev

Vivere da attore protagonista. Il progetto di Phil Grishayev

Elogio a Casablanca. Tutte le volte in cui l’iconico film viene citato al cinema

Elogio a Casablanca. Tutte le volte in cui l’iconico film viene citato al cinema

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati