Adelaide Cottage. La nuova residenza dei Principi del Galles scenario di una scandalosa storia d’amore

LifeobjectsCulture

Se il Castello di Windsor fu la casa della Regina Elisabetta II, che con la sua dipartita ha chiuso per sempre uno dei capitoli più longevi della storia inglese, la storia di un’altra residenza merita di essere raccontata.

Infatti anche William e Kate, che hanno da poco di lasciato la capitale, hanno deciso di trasferirsi all’interno della tenuta, in una piccola, ma molto preziosa, dimora: l’Adelaide Cottage.

Una proprietà di dimensioni modeste, molto meno sontuosa dei luoghi a cui la monarchia è abituata, con i mattoni a vista e imponenti comignoli.

“Adelaide Cottage si adatta perché è una casa con quattro camere da letto e va benissimo per i duchi che non hanno personale da fare dormire in casa”.

Si tratta infatti di un luogo idilliaco, frutto di una vita lenta e lontana dal dinamismo della grande città.

Ristrutturato nel 2015 mantiene le caratteristiche originali: un prezioso camino in marmo greco-egiziano e il famoso soffitto a cassettoni con i delfini e gli ornamenti in corda.

Il gusto elegante, dai colori luminosi e pastello, ricorda le residenze francesi dell’epoca di Maria Antonietta, quando la natura e le linee eleganti regalavano scenari delicati e onirici.

“Non ha nulla dello splendore invadente che caratterizza la costruzione di un palazzo, ma molta della pittoresca eleganza dell’ordine abbellito dell’architettura domestica della vecchia scuola inglese”.

Luogo preferito non solo da William e Kate ma anche dalla Regina Vittoria che era solita concedersi momenti di relax, lontano dalle responsabilità, proprio sotto al portico di questo piccolo edificio.

Ma un’altra storia curiosa è legata a questo luogo che vede protagonista la Principessa Margaret, sorella della Regina Elisabetta II, e l’ex colonnello britannico Peter Townsend.

Nel 1995 infatti il colonnello, residente presso il cottage, chiese la mano di Margaret, 16 anni più giovane, con la quale visse una travolgente storia d’amore, che finì in uno scandalo.

Si sa le grandi storie d’amore non sono sempre destinate a resistere al tempo, e agli ostacoli che la vita ci mette d’avanti, ma qualcosa rimarrà sempre incastonato fra le pagine della storia, o in questo caso fra i mattoni dell’edificio: l’Adelaide Cottage è stato sigillo indiscusso di questo scandaloso amore, e da oggi potrà regalare nuove emozioni a colore che vivranno fra le sue mura.

Foto Copyright: Archive

Unisciti ad una grande community
segui OBJECTS.
Tag: Adelaide Cottage, Royal Family.
Articolo di Francesca Longoni

Francesca Longoni

Giovane architetto d'interni. Attenta al mondo che mi circonda, in cerca di bellezza

Scopri altri post
Perché Sanremo è Sanremo! La mostra a Torino che celebra il Festival

Perché Sanremo è Sanremo! La mostra a Torino che celebra il Festival

Viaggiare per.. dormire! Il turismo del sonno work in progress

Viaggiare per.. dormire! Il turismo del sonno work in progress

Jane Birkin e Serge Gainsbourg, la loro casa ispirata a Salvador Dalì

Jane Birkin e Serge Gainsbourg, la loro casa ispirata a Salvador Dalì

Bologna si è illuminata di colore dalle canzoni di Cesare Cremonini

Bologna si è illuminata di colore dalle canzoni di Cesare Cremonini

A metà strada fra le Piramidi Egizie e i Dolmen greci, la Volta Celeste di Silvio Berlusconi

A metà strada fra le Piramidi Egizie e i Dolmen greci, la Volta Celeste di Silvio Berlusconi

Il collegio di Mercoledì Addams esiste per davvero e si trova in Romania

Il collegio di Mercoledì Addams esiste per davvero e si trova in Romania

Leggi e guarda tutto il resto nelle categorie Designobjects, Artobjects, Fashionobjects, Archiobjects, Ecoobjects e Lifeobjects.

Iscriviti alla newsletter

Ho letto la Privacy policy e acconsento al trattamento dei dati